Beauty

Victoria's Secret si mette a nudo con la nuova fragranza «Bare»

Dopo l'annuncio ufficiale nell’agosto 2021, Victoria’s Secret continua il suo processo di rinnovamento. Dopo aver dato l’addio agli “angeli” che avevano caratterizzato il marchio negli anni Novanta e Duemila, sostituendoli con un collettivo di dieci donne - di età, ma soprattutto di taglie diverse - e aver lanciato un documentario (Victoria’s Secret: Angels and Demons) che racconta efficacemente la storia di uno dei brand di lingerie più famosi al mondo, oggi Victoria’s Secret guarda a rivoluzionare un altro dei suoi mercati chiave: quello della bellezza.

Secondo Forbes, il segmento beauty rappresenta circa il 15% del fatturato totale del marchio in nord America, con vendite annuali che si avvicinano al miliardo di dollari. Così Victoria’s Secret ha deciso di lanciare una nuova fragranza, la prima in cinque anni.

Tenendo fede alla nuova natura femminista del marchio, il profumo prendere il nome di «Bare» (nudo, essenziale, ndr) e celebra l’individualità e l’espressione del proprio Io, in una campagna che vede la partecipazione di un gruppo eterogeneo di donne (promotrici sociali, erboriste, artiste e creative) immortalato dagli scatti di Zoe Ghertner.


«L'Eau de Parfum Bare è la nostra creazione più personale di sempre. Vuole raccontare una sicurezza pacata, che deriva dalla consapevolezza della propria essenza autentica, e celebra l’individualità nella sua forma più naturale. La scelta di un profumo è un’esperienza estremamente personale, perciò abbiamo impiegato diverso tempo nella creazione di una fragranza inimitabile, che potesse essere al contempo rappresentativa e unica per chiunque la indossi» ha raccontato Kristen Lagoa, vicepresidente della sezione merchandising, beauty and accessories di Victoria’s Secret.

Sono ormai lontani i tempi di Bombshell, Tease e Very Sexy; i nomi di alcune delle fragranze più celebri firmate VS.

«Bare», già disponibile in tutti i punti vendita Victoria’s Secret, è stata creata dai maestri profumieri di Symrise Nathalie Benareau e Carlos Viñals, attraverso l’utilizzo di materiali rivalorizzati e ingredienti ricavati sostenibilmente. La fragranza appartiene al gruppo legnoso floreale muschiato con le note calde e accoglienti di sandalo australiano, quelle fresche e effervescenti di mandarino e quelle dolci di viola odorata. Ma «Bare» è anche la prima fragranza sul mercato a utilizzare la nuova tecnologia Cryptosym, in grado di codificare le formulazioni dei profumi preservandone l’originalità e impedendo che vengano replicate in futuro.

«Creando questa fragranza volevamo realizzare qualcosa di completamente diverso, che rappresentasse il tratto distintivo che tutti cercano. Rassicurante ma accattivante, delicata ma sensuale. L’idea era quella di accentuare la naturale bellezza di chi la indossa, senza sovrastarne il profumo unico di ognuno di noi» hanno raccontato i due maestri profumieri.

L’Eau de Parfum «Bare» fa infatti leva sul potere dell’individualità, adattandosi al profilo chimico corporeo di ogni persona per creare una profumazione unica per chiunque la indossi.

I più letti