Migliori-giochi-apertura
Nintendo
Migliori-giochi-apertura
Tecnologia

I 10 migliori giochi dell'E3 2016 - I video

Grandi ritorni e novità assolute: distopie e androidi, eroi mascherati in realtà virtuale, guerrieri e soldati. Le storie imperdibili da Los Angeles

da Los Angeles

Ci sono i titoli così attesi che sarebbe impossibile non inserire, i cui muscoli si misurano dai boati con cui vengono accolti dal pubblico al momento della loro presentazione o quando finalmente s'intravede una data d'uscita dopo troppi rinvii.

Quelli che in fondo sanno di già visto, ma riprendono personaggi, temi, ambientazioni, da un'angolatura inedita, sperimentale, coraggiosa. E per questo vanno citati e premiati.

Vecchi eroi senza una ruga, anzi rilanciati da tecnologie di ultima generazione. E poi potenziali gemme di cui si sa nulla o davvero poco, ma forti della garanzia di qualità assoluta di chi le firma. E ancora, certo, zampate semisconosciute, senza investimenti milionari alle spalle, ma con il coraggio di osare.

Come sempre, mentre un altro E3 si avvia alla conclusione, tentiamo la sintesi ingrata e impossibile. Sfoltire fino a una decina la lista dei titoli da non perdere. Con la consapevolezza che il torto vero lo si fa a quelli, tanti, comunque meritevoli e per ragioni di sintesi rimasti fuori. E la scelta di una motivazione flash, per lasciare il giusto spazio alle immagini. 

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Un mondo sconfinato, per un personaggio mitico. In attesa della nuova console, Nintendo ci punta tutto. Inconsueto, vero. Ma Super Mario a parte, nessuno è come Zelda.

God of war

Tocchi di spietata aggressività alleggeriti da accenni di dolcezza, senza margini per la pietà. Però sono le regole di un mondo che non l'ammette, la pietà. E vanno trasmesse, tramandate, affinché non si rivelino letali.

Detroit become human

David Cage è una garanzia. Una storia a bivi, aperta ai capricci del giocatore oltre che alla sua logica e strategia, resta una tentazione irrinunciabile.

Gears of war 4

L'esclusiva per Xbox One più attesa. L'apripista del doppio binario con Windows 10, che porta i giochi da console su pc. Abbastanza per una celebrazione.

Death Stranding

In una manciata di minuti, in cui francamente succede quasi nulla, occhi e mente si riempiono d'inquietudine. Il marchio di fabbrica di Kojima, artista visionario. Il videogioco è solo un mezzo espressivo.

Watch Dogs 2

Una San Francisco splendida e ferita, attacchi informatici, privacy buttata alle ortiche, nessuno al sicuro. Esecuzione a parte, la morale che trascina con sé, abusata ma attualissima, vale già la top 10.

ReCore

Un capolavoro visivo con ampie licenze alla fantasia in ambientazione e personaggi. Gradevolissimo. Il 13 settembre per fortuna è vicino.

Battlefield 1

Stavolta Call of Duty deve inchinarsi. Smacco doppio, perché contro droni e armature futuristiche, vincono fucili e aerei alla vecchia maniera, persino cavalli. L'essenza cruda della guerra, spogliata da ogni orpello hi-tech.

Batman: Arkham Vr

Un eroe amatissimo con il lifting e i superpoteri della realtà virtuale. Nella magnifica cinquantina dei titoli per PlayStation Vr, quello che forse avvicina di più l'universo del gaming tradizionale a quello della realtà virtuale, facendo saltare confini e barriere.

We happy few

Può bastare una pillola per vaccinarsi dall'orrore o almeno nasconderlo agli occhi? Non è Matrix, ma una deriva che gronda sangue con deliziose contaminazioni rétro. La sfida è ribellarsi. Per una volta, distraendosi dando un'occhiata in giro.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti