nap bar
Life

E' boom di "nap bar": i locali dove si dorme

L'ultimo in ordine di tempo ha aperto i battenti a Madrid. A quando in Italia?

Si chiama Siesta & Go il primo nonché l'ultimo nap bar in ordine di tempo. Ha aperto da poco, ma registra già il pienone, segno del fatto che se ne sentiva il "bisogno" persino in Spagna e in particolare a Madrid, considerata una Capitale meno frenetica rispetto ad altre europee o mondiali.

I ritmi frenetici della società moderna, invece, impongono di non fermarsi mai, neppure per qualche minuto di pausa, nell'arco della giornata. Dall'Oriente, però, è arrivata la "rivoluzione": si tratta proprio dei nap bar, locali dove è possibile fare una pennichella, un riposino (dall'inglese nap, appunto), ma anche semplicemente concedersi qualche minuto di relax tra un appuntamento d'affari e l'altro, o all'interno di una lunga giornata lavorativa in ufficio. Insomma, si offre la possibilità di trascorrere la pausa in un clima più disteso, a fronte del pagamento di un'apposita tariffa.

Il "menù" e le tariffe

Invece di portare una carta dei vini, dei cocktail o un menù, nei nap bar si presentano diverse possibilità: "noleggiare" una camera singola per riposare, un lettino in una struttura a castello oppure una postazione di studio, dove poter leggere, lavorare o trascorrere qualche minuto lontano dai colleghi. Sono a disposizione un tavolo e una sedia, ma anche un tablet, per chi ne fosse sprovvisto, o un caricatore per smartphone e altri dispositivi mobili. I Costi? Alla Siesta & Go, che sorge nel quartiere economico della capitale spagnla, 5 minuti di relax in cameretta singola costano circa 1,15 euro, con prezzi che variano da 0,23 cent al minuto a 0,05, in base a quanti minuti si chiedono. E' gradita la prenotazione, soprattutto se si richiedono alcuni optional, anche se di posti a disposizione in media ce ne sono.

Una "moda" giapponese

Di nap bar ce ne sono già diversi nel mondo e in Europa. I primi sono sorti - non a caso - in uno dei paesi più frenetici e stressanti al mondo, ovvero in Giappone. Nel Paese nel Sol Levante, infatti, esistono diversi locali, chiamati nap cafè e, in alcuni casi, riservati alle sole donne, come spiegato da El Pais. E' stata la stessa titolare del Siesta & Go a raccontare al quotidiano spagnolo di aver avuto l'idea dopo un viaggio in Giappone. Oltre a quelli di Tokyo, però, esistono nap bar anche a Parigi, Londra, Bruxelles e in altre città del mondo, come a Buenos Aires, in Argentina. A quando anche in Italia?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Al Cat Cafè di Bangkok

Dodici foto dal Purr Cat Cafe Club, la nuova "caffetteria con gatti" inaugurata nella capitale della Thailandia

Commenti