Ubisoft
Videogiochi

Just Dance 2015 in anteprima, 5 cose da sapere + 5 video

Abbiamo provato a ballare e sfidare gli amici. C'è anche un'app gratuita per smartphone

Introduzione

Just Dance 2015, la nuova versione della saga di ballo diventata famosa nel corso degli anni, esce in Europa il 23 ottobre. Sarà disponibile per tutte le console casalinghe della presente e passata generazione.

Noi lo abbiamo visto in anteprima a Parigi, dove abbiamo passato un po' di ore con i ragazzi di Ubisoft che ci hanno raccontato qualche dettaglio a riguardo. Ecco 5 cose da sapere.

1. Un po' di storia

Just Dance 2015 raccoglie un lascito pluriennale. Nato nel 2009 su Wii, il primo gioco della serie era un esperimento unico nel suo genere: si comandava col telecomando che ha reso celebre la console Nintendo e mostrava una grafica dall'impostazione astratto-psichedelica simile a quella dei titoli più recenti, ma scarna e asciutta in un modo che oggi fa sorridere.

Oggi la saga vanta 50 milioni di copie vendute nel mondo, delle quali 1 milione e mezzo solo in Italia.

2. Musica a go-go

L'edizione di quest'anno include 40 brani di ogni genere, provenienti da tutti i decenni. La lista completa è stata compilata grazie a un lavoro di intuizione rafforzato da una buona dose di rigore scientifico.

È un procedimento che sembra semplice, ma che in realtà richiede grande equilibrio tra accordi con le case discografiche, informazioni estrapolate dalle attuali classifiche di gradimento e una marea di dati sulle tracce più ballate da tutti i giocatori delle precedenti edizioni di Just Dance.

3. Ingredienti richiesti

Per giocare a Just Dance 2015 basta una delle console di ultima o penultima generazione, ma per poterlo godere appieno gli elementi da prendere in considerazione sono diversi. Certo, non sono strettamente necessari un impianto home theatre da migliaia di euro e una mini pista da ballo illuminata come quelli che abbiamo trovato a Parigi (vedi la foto), ma almeno uno schermo di dimensioni generose, delle casse audio decenti e spazio a sufficienza per non distruggere il vaso Ming in salotto.

4. Chi non balla in compagnia...

Una delle novità più importanti della nuova versione è un'attenzione tutta nuova per la condivisione a distanza.

Intanto i giocatori potranno sfidarsi da una console all'altra anche in maniera asincrona, come a Ruzzle: la sudata musicale e il relativo punteggio vengono registrati e inviati al tuo avversario, che per batterti dovrà fare di meglio.

Inoltre, grazie al community remix, i ballerini avranno la possibilità di condividere con altri giocatori in giro per il globo le performance riprese dalla videocamera.

5. La app gratuita per smartphone

Con qualche giorno di anticipo rispetto a Just Dance 2015, ha visto la luce anche Just Dance Now: un'app gratuita per smartphone Android e iOs che porta il gioco su qualunque schermo connesso a Internet (come quello del pc o della smart tv).

Dopo aver collegato lo schermo al sito justdancenow.com basta avviare l'app e inserire il codice per sincronizzare i dispositivi. È fatta: l'accelerometro del telefono ora tiene traccia dei tuoi movimenti sincronizzati con la canzone che hai scelto.

Ti potrebbe piacere anche