Electronic Arts
Videogiochi

FIFA 15, le 6 cose da sapere

Le principali novità e le curiosità sul gioco di calcio sviluppato da Electronic Arts

Puntuale come l'equinozio di autunno è sbarcato nei negozi italiani il nuovo FIFA, ennesimo capitolo della saga calcistica firmata Electronic Arts. Alle certezze già presenti nella passata edizioni, FIFA 15 ha aggiunto parecchie novità, sia sul versante grafico (di fatto è il primo FIFA veramente next gen) che su quello della giocabilità. Ecco 6 cose da sapere per decidere se acquistarlo o meno.

I numeri

35 campionati, 600 e passa club, oltre 6000 giocatori e 72 stadi, di cui 41 ufficiali. Rispetto a FIFA 14 fa capolino per la prima volta la Süper Lig turca, ma sparisce il campionato brasiliano, per un mancato accordo sulle licenze.

La Serie A

Per la prima volta c'è la Serie A Tim. Non che prima mancassero le squadre italiane, ma grazie all'accordo con la Lega ora tutte le licenze sono ufficiali; quindi loghi, magliette, coppe e grafiche varie risultano originali al 100%.

La telecronaca

La coppia di telecronisti italiani è cambiata. Lo storico duo Caressa-Bergomi ha lasciato il posto a Pierluigi Pardo, spalleggiato dall'analisi tecnica di Stefano Nava. Chi è innamorato dello stile british può comunque settare il commento in versione anglosassone (quest'anno più realistico e approfondito che mai).

L'atmosfera

Il motto di questo FIFA 15 è "feel the game", che tradotto significa: va bene buttare la palla in rete, ma a fare la differenza è l'atmosfera che si respira durante il gioco. Tra le novità inserite per regalare il giusto pathos abbiamo il campo che si degrada con il passare dei minuti, la traversa che traballa quando viene centrata dal pallone, la sintesi a fine partita (che già c'era, ma ora sembra di guardare la tv), i canti personalizzati di alcune delle più celebri tifoserie (tipo quella del Liverpool che intona You'll Never Walk Alone). Inoltre i calciatori 'sentono' la partita: si arrabbiano quando sbagliano un gol, fanno finta di niente dopo aver commesso un fallaccio, si esaltano dopo una buona giocata del compagno.

Il campionato inglese

La Premier League è a detta di molti appassionati il campionato più spettacolare del mondo. Ecco perché le è stato riservato un trattamento speciale: tutti e 20 gli stadi sono con licenza, mentre club e giocatori sono stati riprodotti con cura certosina. Anche le infografiche pre-match sono quelle originali, per cui sarà un po' come gustare la partita su una pay-per-view.

Il gioco sul campo

Tante le innovazioni sul piano del gameplay, dalle dinamiche senza palla alla fisica dei contrasti, passando per il restyling del tiro e per la maggiore profondità tattica. La più significativa riguarda però il ruolo del portiere e il tentativo di farlo somigliare in modo fedele alla propria controparte reale. Sono state introdotte numerose animazioni, ma soprattutto c'è stato un ripensamento dell'IA dell'estremo difensore, che ora sa leggere l'attacco ed è in grado di posizionarsi meglio per prendere la corretta decisione.

Ti potrebbe piacere anche