2K Games
Videogiochi

Borderlands: The Pre-Sequel! – 5 cose da sapere

Torna lo sparatutto scanzonato e fuori di testa: ecco tutte le novità

L'ABC

Divertimento sopra le righe, pioggia di proiettili, uccisioni da vera carogna: la serie di Borderlands si è fatta un nome declinando lo sparatutto in prima persona con l'occhio strizzato alle assurdità divertenti e fuori di testa. Borderlands: The Pre-Sequel! è il terzo capitolo e conferma il DNA della saga.

Prodotto da 2K Games e sviluppato da 2K Australia, in collaborazione con i creatori dei primi due Borderlands (Gearbox Software), esce il 17 ottobre e ignora bellamente le console di nuova generazione: è solo per Pc, PlayStation 3, PS Vita e Xbox 360.

Ambientazione e storia

Borderlands: The Pre-Sequel! è ambientato tra il primo e il secondo capitolo della saga.

Scopriremo come Jack il Bello è riuscito a fuggire dal suo esilio, a prendere il controllo della Hyperion Corporation e a diventare il cattivo di Borderlands 2.

L'intenzione, ha dichiarato Randy Pitchford (amministratore delegato degli sviluppatori Gearbox), era quella di esplorare come i cattivi "possano essere moralmente ambigui e come possano esserci buone ragioni dietro le brutte cose che fanno. Ci sono diverse missioni il cui unico scopo narrativo è mostrare che il cattivo in realtà non è una persona orribile".

Personaggi

Il giocatore può scegliere fra quattro diversi personaggi, ognuno con caratteristiche specifiche. Fanno tutti parte della squadra assoldata da Jack il Bello per assumere il controllo della Hyperion e li abbiamo già incontrati nei precedenti titoli di Borderlands. Si tratta di Athena, Willhelm, Nisha e il robottino Claptrap.

Come da tradizione della serie, ogni personaggio può evolvere nel tempo migliorando le proprie abilità – suddivise nelle classiche tre categorie, a seconda della tipologia.

Gravità e ossigeno

Una parte consistente della campagna è ambientata su una delle lune di Pandora e questo significa dover fare i conti con due novità.

1 – L'assenza di gravità
Rispetto all'esperienza cui ci hanno abituato i primi due capitoli della serie, puoi saltare più in alto (ma più lentamente). Inoltre, cadaveri nemici e refurtiva varia tendono a volare via.

2 – Serve ossigeno
Finché sei all'aperto le scorte di aria si consumano: puoi ripristinarle utilizzando apposite torrette. Devi fare bene i calcoli, però, soprattutto perché l'ossigeno può essere consumato anche per azionare il jet pack e con esso compiere salti più alti o attacchi che sfruttano l'onda d'urto della caduta al suolo.

Armi

Due nuovi ingressi nell'arsenale di Borderlands: le armi laser (con flusso continuo di fuoco) e quelle criogeniche (che congelano i nemici e li rendono vulnerabili agli attacchi corpo a corpo).

Ti potrebbe piacere anche