Le dieci migliori pizzerie d'Italia
iStock
Italia

Le dieci migliori pizzerie d'Italia

Viaggio tra gli artisti della pizza, capaci di trasformare il secondo cibo più popolare al mondo in un'arte

Pizza, pizza margherita, se mangi con le mani poi ti lecchi le ditaI

l piatto più famoso d’Italia ha una storia millenaria. Uno degli simboli del Belpaese, c’è chi fa risalire le origini della pizza al Neolitico.

La prima volta che sentiamo parlare di «pizza» è però nel 1195 e poi ancora nella Curia Romana del 1300 dove si descrivono alcuni prodotti da forno con i termini «pizis» e «pissas». Il primo accenno di pizza a Napoli non tarda ad arrivare e nel 1535, Benedetto di Falco scrive che «la focaccia, in napoletano è detta pizza».

Dal 2017, «l’arte del pizzaiolo napoletano» è stata dichiarata patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO e ancora oggi, la pizza è seconda solo al riso come alimento più consumato a livello globale. Non solo, il termine «pizza» sarebbe la parola italiana più famosa e più diffusa al mondo, ancor prima del semplice «ciao».

Ma dove mangiare la migliore pizza in Italia? Se L’Antica Pizzeria Port’Alba, nell’antico centro di Napoli, è ritenuta la prima pizzeria al mondo, queste dieci sono invece le pizzerie più buone del Paese, dove l’impasto si trasforma in arte.

Francesco & Salvatore Salvo

Francesco e Salvatore Salvo portano avanti la tradizione di famiglia, iniziata nel 1968. La loro pizzeria persegue la vera filosofia della pizza napoletana, rendendola attuale e al passo coi tempi.

«La pizza è un prodotto semplice, basato su pochi ingredienti e per questo è fondamentale che questi siano di qualità eccellente, garantita da fornitori di fiducia che trattano solo prodotti di primissima scelta» spiegano i fratelli Salvo. «Selezioniamo il meglio dei prodotti presenti sul territorio per offrire sapori autentici. I nostri fornitori sono dei veri e propri “artigiani” che preparano il loro prodotto con sacrificio e duro lavoro quotidiano».

Il menù offre pizze dai gusti unici come la «Nonna Rosa» con polpette di carne o la Oshirase, con filetto di manzo marinato nella soia, ma quello che realmente stupisce sono le sette tipologie di Margherita presenti nella lista. Si passa infatti dalla versione classica alla Vesuivo, per arrivare poi alla Gentile, alle Signora Maria, alla Caramella e alla Flegrea, fino a terminare con la Margherita Pop.

Riviera di Chiaia, 271

80121 Napoli, NA, Italia

I più letti

avatar-icon

Mariella Baroli