arte hotel
(Claudio Zamagni)
Italia

Arte ed Hotel, quando un albergo diventa un museo

Sempre più i grandi hotel regalano appuntamenti ed eventi dedicate all'arte in ogni sua forma. Ecco perché e quali sono gli eventi da non perdere

L’arte è dovunque e mai come oggi le strutture alberghiere si sono aggiunte ai luoghi in cui si dà appuntamento il design e l’arte. Come dentro ad un museo che non ha orario di chiusura o un vernissage che non conosce fine.

L’arte negli hotel, ma anche nelle cantine, nelle masserie è diventata parte integrante dell’esperienza. Per estetica, perché favorisce l’aggregazione ma anche per funzionalità, perché fa parte del tutto. Perché è un servizio che si aggiunge al pacchetto. Semplicemente per passione di chi nel bello ci vive tutti giorni e continua incessante la sua ricerca per l’effetto wow. Perché in fondo di stupirci davanti alla bellezza non ci stancheremo mai. L’arte si fa quindi cifra stilista di una destinazione, ma anche azione mirata di chi un luogo lo progetta e lo rende riconoscibile. Tra tanti.

CAPOFARO LOCANDA & MALVASIA – Malfa, Messina

Un esempio di archeologia industriale della navigazione

www.capofaro.it

Siamo sull’isola di Salina. È qui che MAB Arquitectura firma il progetto di restauro e interior dell’ottocentesco faro di Capofaro, tuttora in attività, ricavando sei suite (dagli spazi interni originariamente occupati dall’alloggio del guardiano e da tempo ormai abbandonati) dal design essenziale e riqualificando un luogo dal valore paesaggistico e culturale. Siamo in un antico vigneto di Malvasia trasformato in un raffinato wine resort dalla famiglia Tasca D’Almerita e oggi parte della collezione Relais&Châteaux. C’è l’ospitalità di alto livello integrata perfettamente con il paesaggio eoliano. Un’architettura che appartiene a un paesaggio di mare, che merita di essere scoperta. Un progetto esemplare di tutela del territorio, oltre che di recupero e riqualificazione del patrimonio pubblico, che si inserisce nella trasformazione virtuosa di un luogo di grande valore paesaggistico, storico e culturale e che ha vinto la menzione del premio In/Arch 2023 per la categoria Riuso/Restauro. Un vero e proprio esempio di archeologia industriale della navigazione.

I più letti

avatar-icon

Nadia Afragola