Uncategorized

Facebook Phone, una social app per le telefonate

Facebook sta testando una nuova app di telefonia che garantirebbe di conoscere l'identità di chi chiama e bloccare contatti specifici

facebook_phone_install_update_message

Fabio Deotto

-

Si è passato molto tempo a discutere dell’effettiva possibilità che Facebook intendesse darsi all’hardware arrivando a produrre un proprio smartphone; le indiscrezioni si sono accumulate, l’hype è cresciuto, ma poi la bolla si è sgonfiata rivelando la prevedibile inconsistenza di quell’aspettativa.

Ma se Facebook ha archiviato le sue ambizioni hardware, non pare aver archiviato il nome Facebook Phone. In queste ore il sito Android Police è entrato in possesso di alcuni screenshot che dimostrerebbero come Facebook stia testando una nuova applicazione proprietaria chiamata appunto Phone. Si tratta in sostanza di un tool che punta a sostituire la funzionalità telefono del tuo smartphone.

Ora, stiamo parlando della core feature per antonomasia di qualsiasi telefonino: la possibilità di effettuare e ricevere chiamate. In che modo Facebook potrebbe aggiungere qualcosa di nuovo a un meccanismo tanto semplice e adottato da miliardi di persone in tutto il mondo?

Per ora possiamo solo fare speculazioni a partire dallo screenshot di installazione, nel quale si legge: “Phone è una nuova app che ti mostra informazioni sulla persona che sta chiamando e blocca automaticamente le chiamate provenienti da numeri comunemente bloccati.

Non è chiaro cosa questo implichi esattamente, ma è facile intuire quale valore aggiunto Facebook intenda offrire a chi scaricasse l’app. Innanzitutto, la possibilità di conoscere l’identità di chi sta chiamando tornerebbe utile in diverse occasioni, e anche oggi, in un’epoca sempre più interconnessa, capita di ricevere chiamate da numeri sconosciuti. Naturalmente, Facebook non ha facoltà di comunicarti l’identità dietro qualsiasi numero, ma considerando quanti tra il miliardo e passa di utenti Facebook hanno esplicitato nella propria pagina profilo il numero di cellulare, è probabile che una simile funzionalità possa rivelarsi efficace.

Inoltre, se la funzionalità telefono venisse affidata a Facebook, questo significherebbe poter gestire i filtri alle chiamate direttamente dal social network, decidendo quale utente (e dunque quale numero) bloccare, a chi concedere solo alcune finestre di accessibilità e a chi semaforo verde perpetuo.

Quello che è chiaro, è che per ora Phone è solo una delle tante applicazioni che vengono testate entro il perimetro di Menlo Park, il che significa che l’app non è ancora fruibile dai comuni utenti e potrebbe non vedere mai la luce. Del resto, Facebook ha già provato a introdurre un'app che aveva la facoltà di dirottare parte dell'interfaccia di uno smartphone (qualcuno ricorda Home?), ma non è stata esattamente un trionfo.

È però probabile che, nel caso in cui Facebook deciderà di annettere anche Phone al suo parco app, sarà disponibile solo per Android, dal momento che questa per ora è l’unica versione intercettata, e che Apple non si è mai dimostrata incline ad lasciar modificare le funzionalità base dei propri dispositivi.

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

WhatsApp e Facebook: l’unione non fa la forza

Perché l’integrazione della chat all’interno del social network è un'idea che non piace a Mark Zuckerberg e soci

Facebook Home, dite pure addio alla privacy

Mark Zuckerberg non ha avuto tempo tempo di dire "Home" che in Rete è scoppiato l'allarme privacy. Ecco perché Facebook Home potrebbe creare problemi inediti a livello di privacy

Facebook, scordatevi pure il Facebook Phone, parola di Zuckerberg

Nella prima apparizione pubblica dopo la disastrosa IPO di maggio, Mark Zuckerberg parla del futuro di Facebook: scordatevi un nostro smartphone. Un motore di ricerca, però...

Commenti