Televisione

X Factor 13, Marco Saltari: "Ora un disco e tanti concerti"

Mara Maionchi perde il primo dei suoi concorrenti. "Torno a fare l'operatore in una Ong ma coltivo il mio sogno e ho un album già pronto", annuncia Marco Saltari

Marco Saltari X Factor 13

Francesco Canino

-

Il pubblico ha conosciuto di me solo il 5%. Ma cercavo un’occasione per lavorare con dei grandi professionisti e l’ho trovata”. L’ha presa bene Marco Saltari l’eliminazione da X Factor 13 , durante la manche lampo del terzo Live: pochi minuti sul palco non gli sono bastati per fare incetta di voti e così il cantante degli Over di Mara Maionchi ha dovuto lasciare il talent senza arrivare all’ambita puntata di presentazione degli inediti. “Ma ho dieci brani pronti e adesso torno a lavorarci”, racconta a Panorama.it il giorno dopo l’addio allo show condotto da Alessandro Cattelan.

La Maionchi ha perso il suo primo concorrente. Com’è stato lavorare con Queen Mara?

Pazzesco. Lei è una grande e si è stabilita una bella collaborazione tra di noi. È stata lei a suggerirmi su quale cavallo di battaglia puntare. “Hai un minuto per spaccare e fare presa sul pubblico”, mi ha detto.

Però non è andata bene: cosa non ha funzionato?

Il pezzo di Bob Marley, Get up stand up è molto bello, e io sono contento della scelta fatta. Ma il mio percorso è stato inficiato dalle prime puntate, dove forse sono risultato un po’ moscio. 

Sfera Ebbasta ha sempre avuto dubbi sulla tua possibile collocazione nel mercato musicale. Aveva ragione?

Ha visto il 5% di me, così come il pubblico. Purtroppo non ho potuto tirare fuori tutte le mie sfaccettature, mostrare tutto ciò che sono artisticamente e quanto mi piace mischiare gli strumenti e sperimentare.

La manche fast ti ha penalizzato?

Forse sì. Mi spiace soprattutto non avere potuto cantare il brano di Jimi Hendrix che avevo preparato.

Ora che succede dal punto di vista artistico e musicale?

Prima di X Factor avevo registrato dieci inediti: voglio renderli più fruibili, anche se sono già solidi, e poi vorrei fare un sacco di concerti. Un trilione di concerti.

Tornerai al tuo lavoro di operatore di una Ong che si occupa di richiedenti asilo. C’è stata curiosità tra i concorrenti per il tuo lavoro?

Sì, tra i concorrenti e anche nello staff del programma. La narrazione sul tema è spesso imprecisa e piena di luoghi comuni, per cui in molti hanno voluto saperne di più.

Di cosa ti occupi esattamente?

Sto a contatto diretto dei ragazzi, vigilo sulla loro salute mentale e fisica, mi occupo del loro percorso d’inserimento e dell’aspetto burocratico. 

Chi merita di vincere X Factor 13? 

I Sierra. Perché Massimo è un grandissimo autore, Giacomo è un performer pazzesco. Meritano di vincere. 

Per saperne di più:

© Riproduzione Riservata

Commenti