Televisione

X Factor 12, Renza Castelli: "Le critiche, l'inedito e la Ferragni"

Intervista alla cantante del team guidato da Fedez, eliminata al termine della quinta puntata del talent. Renza Castelli è stata battuta da Naomi

Renza Castelli XF12

Francesco Canino

-

Più che fattore X, fattore C. Inteso come Chiara Ferragni. Perché, benché non ve ne sarà mai la certezza matematica, l’eliminazione di Renza Castelli da X Factor 12 è in parte anche “colpa” della super influencer da 16.5 milioni di seguaci su Instagram. Negli ultimi minuti del quinto Live, in onda il 23 novembre, nel pieno del Tilt tra le Naomi e Renza – entrambe nella squadra di Fedez – la fashion blogger/imprenditrice digitale si è schierata a favore del soprano dalla voce spaziale, uscita poi vincitrice dal televoto. Un endorsement inaspettato, senza dubbi determinante nello scontro fratricida tra le due concorrenti Under Donna.

Renza, partiamo dalle critiche. Lodo Guenzi ti ha definito una outsider, Manuel Agnelli ha bacchettato il tuo inedito, Cielo inglese. Ci sei rimasta male?

Sono felice e onorata di quel pezzo e penso sia stato fatto un lavoro bellissimo. Non ho scritto io quel testo - che mi piace tantissimo - ma ognuno è libero di dire e pensare ciò che vuole.

Fedez però si è risentito. Non pensi che quei commenti possano averti penalizzato?

Quei commenti sono dei pareri puramente soggettivi, frutto del gusto. Spero che non abbiamo influenzato il televoto. Ma non ce l’ho con loro: Guenzi, ad esempio, è stata una bella sorpresa.

A proposito di televoto, togliamoci ogni dubbio: l’endorsement di Chiara Ferragni, che si è schierata a favore di Naomi via Instagram, ti ha penalizzato?

Sicuramente un’influenza l’avrà avuta. Ma se a lei piace Naomi, è libera di dirlo: sono tranquilla, è una preferenza di Chiara che non cambia nulla alla mia vita.

Sei super diplomatica. Con Fedez che rapporto hai costruito?

Molto misurato e professionale. Non ci siamo visti molto, per la verità. Sicuramente è stato lungimirante.

Te lo aspettavi di finire al ballottaggio con Naomi?

Me lo aspettavo e speravo di no, perché abbiamo legato moltissimo. Ma è un gioco ed eccomi qua.

L’aggettivo più usato per definirti è stato “raffinata”. Ma la raffinatezza è stata un limite o un punto di forza a X Factor?

 

È un punto di forza, fa parte di me. Sono così, fuori e dentro X Factor. In linea di massima di me si è visto ciò che sono: la mia riservatezza, la semplicità, il mio essere senza grandi sovrastrutture.

Quanto brucia l’uscita alla quinta puntata?

Presentare l’inedito era tra le cose più importanti di questo percorso e dunque va bene così.

Cosa ti porti a casa?

Me stessa ma con un bagaglio di esperienze ancora più massiccio. Mi auguro di lavorare tantissimo e senza sosta. Ora che ho trovato Renza, la voglio preservare: mi sento me stessa, in tutto e per tutto.

Qual è l’inedito più forte?

Sono tutti diversi e forti, assieme formerebbero un disco bellissimo. Quello di Anastasio, che stimo molto, forse aveva qualcosa in più.

Chi vincerà XF 12?

Devo guardare una puntata da casa per capirlo. Non riesco ad avere un’opinione oggettiva.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti