Francesco Canino

-

Quante coppie sono nate nella storia di Uomini e Donne, tra trono classico e trono over? Difficile tenere il conto. Tante sono durate il tempo di uno sbadiglio, altre resistono ancora oggi, alcune hanno fatto sognare gli appassionati del people show, moltissime sono passate totalmente inosservate. Poi capitano storie come quella di Gemma Galgani e Giorgio Manetti, che fanno discutere, dividono gli aficionados del programma di Maria De Filippi e in pochi mesi diventano quasi un fenomeno cult. Nonostante la stagione tivù sia terminata da un pezzo, "Gems George" continuano ad essere al centro dell'attezione di critici e fans. Ma a che punto è la storia? Come si resiste alle bordate di critiche e curiosità spinta? Panorama.it lo ha chiesto direttamente a Gemma Galgani. 

Gemma, nell'arco di pochi mesi tu e Giorgio siete diventati un vero e proprio "fenomeno" mediatico. Come te lo sei spiegato?

Non mi sono fatta troppe domande, a dire il vero. Forse semplicemente la gente ha percepito che la nostra è una storia vera, con tutti i limiti del caso, nella quale leggono un messaggio d’amore e speranza. Al di là delle critiche che abbiamo ricevuto, quando c’incontrano difficilmente avanzano dubbi sulla veridicità del nostro rapporto. C'è molta empatia nei nostri confronti.

Eppure siete stati sommersi di critiche, sia durante la trasmissione che sui social.

Ci sono stati degli attacchi molto duri e in studio qualcuna si atteggiava da bigotta degli anni '50. Nella vita reale abbiamo una coltre di affetto e partecipazione molto forte, le donne sono molto protettive nei miei confronti e riceviamo moltissimo calore. Anche pochi giorni fa in un centro commerciale vicino Firenze...

Cos'è capitato?

Siamo andati a fare la spesa e in pochi minuti ci siamo ritrovati avvolti da una nuvola umana: qualche signora si è pure commossa vedendoci assieme. Ma posso farti altrei esempi. Sempre qualche giorno fa un gruppo di ragazzine ha lasciato un sacco di messaggi sul cancello di casa di Giorgio, dedicati a noi: è bello ricevere tanto affetto.

Non tinvitano a lasciare volare via il "gabbiano" George?

No, capiscono che non voglio uscire dalla mia rotta. Ci esortano a restare assieme.

Dalla passione con cui parli, si percepisce che tu credi sempre moltissimo in questa storia.

Io ci continuo a crederci perché sono innamorata di Giorgio. Se avessi una valigia lo metterei dentro, ma il gabbiano non vuole essere condotto e ama condurre. Lui è molto chiaro e leale e resta sulle sue posizioni. Io Non avrei mai pensato di poter vivere ancora così tante emozioni inaspettate.

Su Facebook hai pubblicato una tua foto scattata a Firenze, dunque vi siete visti dopo la fine della trasmissione?

Ci siamo visti, anche se poco perché io ho sempre il mio lavoro e lui ha degli impegni professionali. Vederci e stare assieme è sempre una botta di energia. Ovviamente ci sentiamo tutti i giorni telefonicamente e con mille messaggi (dice ridendo).

Progettate di trascorrere assieme le vacanze?

Mi piacerebbe portarlo in Puglia, regione che adoro: ci sono stata anche lo scorso anno, ma ho un ricordo molto malinconico e vorrei che questa estate fosse diversa. Qualche giorno assieme dovremmo riuscire ad organizzarlo.

Sempre sui social è apparsa una foto di Giorgio in compagnia di Tina, la pasticciera fiorentina con cui era uscito qualche volta: sta frequentando altre donne?

Io sono sicura che non sta frequentando altre persone. Non è solo intuito femminile, precisiamolo: Giorgio è molto chiaro e leale e se le cose cambiassero me lo direbbe.

A proposito del lavoro di Giorgio: è vero che faceva l'attore?

(ride) Giorgio è un imprenditore e non fa l'attore. A 58 anni se avesse voluto farlo avrebbe dovuto già darsi una mossa. Non mi risulta che abbia alcuna velleità artistica.

Di recente sei stata oggetto di critiche ferocissime dopo l'intervista in cui hai raccontato alcuni aspetti "intimi" della vostra storia.

Cosa dovrei dire, che passeggiamo mano nella mano? Siamo due persone adulte. Quanto finto moralismo, che orrore questa ipocrisia.

Si è parlato anche di una tua possibile querela vista la bordata di commenti al vetriolo. È vero?

Non arrivo a questi estremi, non è nel mio stile e nel mio carattere anche se hanno scritto delle cose molto pesanti e offensive. Ho già dimenticato tutto: le offese erano eccessive e confesso di aver avuto un attimo di smarrimento. Per che cosa mi si può condannare? Per me l’amore è tutto, è forza.

Piccola curiosità: Maria De Filippi che dice della vostra storia?

Non c'è mai stato un confronto fuori dalle telecamere ma Maria mi ha sempre salvaguardato, facendomi capire determinate cose: in qualche modo mi ha tutelato e ho avvertito da parte sua molto sostegno.

A settembre vi rivedremo in trasmissione?

Dipende dalla redazione. Poi da qui a settembre tutto può succedere. Il mio sogno è quello di veder cadere i petali di rosa, come accade nella scelta del trono classico. Ma io ho sempre a che fare con il gabbiano che non ama essere condotto e lo seguo in questo volo magnifico.

Dunque non ti senti uno "zerbino", cosa di cui ti accusano?

Non faccio il tappetino di nessuno, non l'ho mai fatto in tutta la vita. Preferisco essere sognatrice e romantica anziché cinica: è un momento speciale e me lo voglio vivere. E poi non posso cambiare, sono fatta così, seguo la legge del mio cuore. Ho sofferto tanto per amore e spero che qualcosa di bello capiti anche a me. Me lo merito.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Uomini e Donne: è nato il figlio di Aldo Palmeri e Alessia Cammarota

Dopo il fidanzamento in tivù e il matrimonio, gravidanza social per la coppia nata nel people show di Maria De Fillippi

Uomini e Donne, Gemma: "La mia storia complicata con Giorgio"

"Manca l'ufficialità, ma il nostro è già un rapporto di coppia", spiega la veterana del torno over in un'intervista a Top

Uomini e Donne: i momenti più belli della scelta di Valentina

La ragazza indecisa tra Andrea Melchiorre e Gianluca Tornese: quest'ultimo potrebbe essere uno dei prossimi tronisti

Commenti