Ascolti 27/7: la replica di Pieraccioni vince la serata

Il ciclone batte la fiction di Rai 1

tvzoom

-

La settimana scorsa il crollo era stato verticale. Il Gran Premio di Germania, che nel 2013 aveva ottenuto 3,2 milioni ed il 16,01% con la differita trasmessa su Rai 2, si era fermato a 2 milioni e l’11,19% di share ed erano stati in evidente calo anche gli ascolti pay, da 1,2 milioni a 855 mila spettatori e dall’8,57% di share al 6,65%.

Rimanendo ai risultati in chiaro, quello di ieri è un risultato ancora deludente: l’anno scorso, infatti, in diretta ma su Rai Due il Gp trasmesso da Budapest aveva conquistato 5,113 milioni e il 34,03%, mentre ieri in diretta se ne è aggiudicati 4,298 milioni di spettatori ed il 29,54%.

Così (tra poco il dato su tvzoom.it) se per verificare fino in fondo lo stato di salute della Formula 1 nella giornata in cui in gara ne sono successe di tutti i colori ed è stata fenomenale la prova della Ferrari di Fernando Alonso (secondo al traguardo dietro Daniel Ricciardo) è certamente utile anche il confronto tra i risultati ottenuti da Sky a un anno di distanza, non c’è dubbio che ieri sia arrivata la conferma di una pericolosa disaffezione.

Alla sera la gara tra Rai Uno e Canale 5 è stata abbastanza contrastata. In access è stato chiaro il prevalere di Techetechete su Paperissima Sprint (3,551 milioni ed il 18,93% contro 2,964 milioni e 16,05%), ma poi si sono alternate in testa la replica di Rai 1, Il Restauratore, e il film di Canale 5, Il Ciclone.

E’ partita in vantaggio la fiction con Lando Buzzanca protagonista, ma poi è stata sorpassata dalla pellicola di Leonardo Pieraccioni, che è rimasto in vantaggio fino alle 23.00; quindi il finale della storia di Rai 1, incamerando pubblico da Rai 3 e Rai 2, ha riconquistato la leadership parziale chiudendo vicino al 20% di share, ma in un momento della serata in cui le Altre portavano lo share dal 50% a quasi il 70%.

Ha ancora una volta fatto il botto il Tour de France su Rai Sport 2, che con la passerella di Vincenzo Nibali ai Campi Elisi ha conquistato uno share superiore al 10% con quasi 1,2 milioni di spettatori. Ieri Sky ha ottenuto l’8,6% di share nell’intera giornata, il 10,7% in seconda serata , il 7,9% in prima serata ed il 10,3% nel pomeriggio. In prime time, in particolare, il cinema ha reso alla piattaforma satellitare il 2,4%, calcio e sport l’1,4%, Fox l’1,2%.

Tra i titoli in evidenza su SkyCinema 1 la pellicola Corpi da reato ha raccolto 237 mila spettatori. In day time la diretta del Gran Premio di Formula 1 d’Ungheria ha conquistato 660 mila spettatori ed il 4,54% di share e, con le repliche integrali, 748 mila spettatori.

L’anno scorso la gara aveva raccolto 772.833 spettatori con uno share del 5,13%, circa 110 mila spettatori in più di quest’anno e 0,6 punti di share in più.

In tema calcio, invece, la notte di sabato i rigori di Inter-Real Madrid hanno conseguito 148 mila spettatori ed il 5,39%; alle 22 di domenica Milan-Manchester City, finita con il successo per 5 a 1 degli inglesi, ha totalizzato 225 mila spettatori e l’1,52% di share.

Tra i canali nativi digitali free su La5 il tv movie Inga Lindstrom è stato seguito da 376.000 telespettatori totali e il 2%; su Rai Movie la pellicola Mongol da 325 mila spettatori e l’1,77%; su Rai Premium per Made in sud 347 mila spettatori e il 2,01%; su Iris per L’uomo che fissava le capre 246 mila e 1,28%; su Top Crime, in prima serata, per l film L'uomo dall'abito marrone 1,40% di share e 266.000 spettatori totali. In seconda serata su Cielo la pellicola La monaca del peccato (di Joe D'Amato con Gabriele Tinti, Eva Grimaldi, Karin Well e Gabriele Gori) ha totalizzato ben 386 mila spettatori ed il 3,45% di share.

(www.tvzoom.it )

© Riproduzione Riservata

Commenti