Televisione

The Voice 3: passa Sarah Jane Olog, ex concorrente di Amici

Non accede alla fase successiva Denise Cannas, la cantante celtica

COACH BATTLE

Francesco Canino

-
 

La seconda puntata delle Battle era l’ultima chance per accedere alla fase dei Knockout. Entra un passo alla volta nel cuore della sfida la terza edizione di The Voice, il talent show di Rai Due, e l'obiettivo per i concorrenti rimasti in gara sono i Live previsti per maggio: sul ring a centro palco salgono due talenti alla volta, uno contro l’altro, con lo stesso brano. Ma vince solo chi ha più personalità e solo alcuni concorrenti possono essere ripescati da un altro coach grazie allo Steal.

L’ex di Amici passa il turno

Nell’aria c’è ancora il ripescaggio di Chiara Iezzi, scelta fatta da Francesco Facchinetti ma non condivisa dal padre Roby. E si parte proprio con il team Facchinetti: in sfida ci sono Sarah Jane Olog e Valentina Caturelli, grinta vs dolcezza, che prima di esibirsi ascoltano i consigli dalla special coach Malika Ayane. “Sono state tutte e due molto brave, è stata una bellissima performance non sarà facile decidere”, commenta Noemi. Alla fine passa Sarah Jane, ex concorrente di Amici nella terza edizione, e già corista di Noemi. Facchinetti senior nel frattempo chiede agli altri coach di non lasciarsi sfuggire un talento come Valentina, ma nessuno opta per lo Steal.

Stoppata la “druida” Denise

Tutti i “personaggi” forti di questa edizione – tra cui senza dubbio vanno annoverati Chiara Iezzi e il transgender Dany Petrarulo - sono saliti sul palco la scorsa settimana. Resta però da scoprire il destino di Denise Cannas, l’appassionata di musica celtica che ha già all’attivo un disco in aramaico e uno in cinese. Piero Pelù la fa confrontare con Martina Liscaio e affida loro l’esecuzione di Labyrinth ma la scelta finale è piuttosto sofferta, tanto che il coach chiede loro un brano supplementare, questa volta a cappella. Alla fine punta su Martina e Denise è costretta a lasciare il talent.

Una carrellata di talenti

Dei sedici talenti per ogni squadra ne restano in gara solo la metà e la competizione si fa sempre più forte. Per questo, sul ring, i concorrenti danno il meglio di loro e in più casi ribaltano i pronostici iniziali facendo cambiare idea ai giudici. Tra le sfide più belle della seconda puntata di Battle c’è quella tra Tekla e Fatima Diallo, a cui J-Ax chiede di cantare Chandelier. “Due esibizioni ineccepibili, devo scegliere chi ha dimostrato di avere maggiore personalità”, spiega il coach che poi opta per Tekla. E quando i giochi per Fatima sembrano ormai conclusi, interviene Noemi e utilizza lo Steal per ripescare la cantante e inserirla nel suo team. La prossima settimana andrà in onda la prima delle due puntate di Knockout, durante le quali saranno scelti i concorrenti che accederanno ai Live per contendersi il titolo di The Voice of Italy 2015.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

The Voice 3: Chiara Iezzi eliminata e poi ripescata

Noemi, Enrico Ruggeri, Malika Ayane ed Edoardo Bennato special coach

The Voice 3: Dennis Fantina ci riprova ma non viene scelto

Ieri il talent di Rai 2 è stato il programma più visto, con 3.287.000 spettatori

The Voice 3: i Facchinetti superstar, fuori la nipote di Gabriella Ferri

I team sono quasi al completo: 16 talenti per squadra accederanno alla Battle

Commenti