Televisione

The Voice 2019: la "cura" Ventura, la nuova giuria, gli ascolti

Partenza senza brividi per lo show di Rai 2, che arriva alla fine di un'abbuffata di talent. E il format mostra ancora una volta tutti i suoi limiti

The Voice 2019 Simona Ventura

Francesco Canino

-

Lo guardi e pensi: "Tutto cambia perché nulla cambi". The Voice of Italy 2019 è cominciato sotto il segno della Ventura, inteso come Simona Ventura, che prova a dare linfa nuova a un format che all'estero continua a macinare grandi ascolti ma in Italia non ha mai sfondato. Con un paradosso: che il suo punto di forza, le Blind Audition, alla lunga rischiano di essere anche il suo limite . 

The Voice 2019, la "cura" Ventura sul talent di Rai 2

Tra gli intenti dichiarati del direttore di Rai 2 Carlo Freccero al momento del ri-lancio di The Voice of Italy c'era quello di "venturizzare" il format. E quel "il grande talent show targato Rai Dueeee" urlato come una guerriera da Simona Ventura aprendo la prima puntata, in onda martedì 23 aprile, segna il ritorno in Rai della conduttrice di Chivasso che si è lanciata nell'ennesima sfida della sua carriera

Certo, qui i paletti del format sono piuttosto rigidi, ma la Ventura ci prova lo stesso a imprimere la sua zampata. Si trasforma in commentatrice a bordo campo, balla, si dimena, consola i parenti e i talenti esclusi, si concede delle "carrambate" (come quando si palesa in un mercato di Torino per comunicare a un commerciante di essere stato preso), stuzzica i giurati. Più di così non può fare, quello prevede il programma. Ma onore al merito, perché una maratona così per lanciare un programma - da Storie Italiane a La prova del cuoco, è stata ospite ovunque, come Vespa quando deve promuovere il suo libro - non si era mai vista. 

 

La giuria e i limiti delle Blind Audition 

Quanto alla giuria, nel complesso il mix funziona. Morgan fa Morgan e straborda in più occasioni (con una concorrente improvvisa persino una battle a colpi di basso), il rapper Gué Pequeno sembra ancora con il freno a mano tirato e così pure Gigi D'Alessio - che però già si sforza di uscire dai sui cliché, ci riesce e rischia di essere la vera rivelazione di questa edizione. Elettra Lamborghini ci mette del suo, si agita, dimena il maxi lato b sulla poltrona, twerka, ammicca, combatte coi colleghi per conquistare i ragazzi in gara: per chi già la conosce, è una conferma, per un'ampia fetta di pubblico una curiosa novità.

Quanto ai talenti, alcune scelte sono francamente incomprensibili (come l'aitante Ares, da Torino con furore, che balla come un forsennato imitando Ricky Martin), altre gustose (come le gemelle trapper albanesi). L'impressione generale è però che le Blind Audition siano al tempo stesso il punto di forza e il limite del programma: le audizioni al buio sono l'elemento iconico di The Voice ma il rischio è che la carrellata di 100 talenti (o aspiranti tali) sia fine a se stessa. O meglio, rispetto ad Amici o X Factor, difficilmente ci si affeziona a un cantante e, a meno che non sia un "personaggio forte" alla Suor Cristina, e questo fa perdere completamente il "racconto" che tiene incollato lo spettatore. Per ora non c'è stato il colpo di scena sperato, ma restano ancora quattro puntate di selezioni per ribaltare la situazione.


Gli ascolti della prima puntata di #TVOI

Sul fronte ascolti, i tifosi di Ventura e D'Urso battagliano da ore su Twitter tra chi considera i 2.435.000 (pari all'11.2% di share) di The Voice un successone e chi una mezza sconfitta. Il boom non c'è stato, il Grande Fratello 16 ha vinto la serata con 2.959.000 e 17.7% di share, ma parlare di flop è ingeneroso e i confronti con le prime puntate delle passate edizioni sono rischiosi.

Al netto delle diatribe tra "addetti ai livori", è vero che ha fatto peggio della première del 2018, circa un punto in meno, ma in pieno ponte pasquale la platea complessiva si riduce (infatti ieri quasi tutti i programmi hanno subito una flessione) e la serata piuttosto agguerrita ha fatto il resto. Ora è interessante vedere come si evolverà la situazione nelle prossime settimane: di certo arrivare praticamente alla fine della stagione tv e dopo un'abbuffata di talent non aiuta.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti