The Voice 2: Suor Cristina supera le Battle e commuove tutti

La prima puntata della seconda fase del talent, con quattro special coach: in sala prove la Bertè, Cocciante, Frankie Hi-nrg e Elio

Suor Cristina

Molta emozione in studio per la sfida tra Suor Cristina e Luna Palumbo, ripescata poi da Raffaella Carrà – Credits: (Ufficio Stampa)

Francesco Canino

-

Dopo le emozioni delle Blind Audition, è tempo di Battles a The Voice 2. La sfida è passata sul ring dopo che i quattro coach hanno formato le otto coppie, che si sono sfidate al centro del palco. Con un ingrediente in più quest’anno, cioè l’opzione Steal, che permette al concorrente eliminato di proseguire la gara qualora un giudice delle altre squadre lo voglia con sè. Un ripescaggio imprevedibile, che non sempre i giudici utilizzano. La sfida più attesa? Quella con Suor Cristina Scuccia, che ha ovviamente passato il turno.

GLI SPECIAL COACH. Ma andiamo per ordine. Anche quest’anno non mancano gli special coach, a cui i quattro giudici si affidano per limare le esibizioni e motivare i concorrenti. Piero Pelù ha scelto Loredana Bertè, apparsa in grandissima forma. “E’ una delle artiste più vere al mondo: per arrivare alla sua attitudine devi farti almeno dieci anni a San Vittore”, sottolinea ironico J-Ax. Che invece ha scelto di farsi aiutare da Elio e le Storie Tese, che si immergono con assoluta nonchalance nell’atmosfera del talent di Rai Due. Noemi invece opta per Frankie Hi-nrg, mentre al fianco di Raffaella Carrà spunta Riccardo Cocciante.

IL RITORNO DI COCCIANTE. A sorpresa, riecco Cocciante, molto più frizzante e cattivello dello scorso anno. Quando tocca a Sara Gozzi e Marco Galeone vs Tommaso Pini, la Carrà gli chiede “che cosa ne pensi?” e lui ci va giù pensante: “Che non mi hanno trasmesso niente”. Poi striglia i ragazzi, tira fuori esperienza e consigli: “Mi piacerebbe un’esibizione po’ più di trasgressione: forza, sennò rimane un po’ piatta. Siate più crudi e rock”.

SUOR CRISTINA. La Battle più attesa è quella che segna il ritorno di Suor Cristina sul palco di The Voice, dopo l’audizione al buio che l’ha trasformata in fenomeno mondiale da 45 milioni di visualizzazioni. Questa sera si è sfidata con Luna Palumbo ed entrambe si sono esibite su Girls just want to have a fun di Cyndi Lauper. “Hanno timbro e presenza scenica molto diversa, ma sono entrambe bravissime”, racconta J-Ax a Elio. “Quando ho scelto lui, ho sentito una spinta molto forte: sono andato da J-Ax perché mi ha trasmesso qualcosa”, svela la religiosa durante le prove. 

 

L’ESIBIZIONE. “Sto vivendo una situazione molto forte e sento la responsabilità di quello che sto facendo: spero che venga fuori la gioia del messaggio che voglio dare”, confessa Suor Cristina, promossa anche da Elio. Lei e Luna si esibiscono, ed è subito trionfo: pubblico in delirio - specie le consorelle di Cristina, venute a seguire live la sua partecipazione - e in studio la commozione generale, vista l'intensità del momento. “Non mi devi parlare per le prossime tre ore”, commenta a fine canzone il rapper con le lacrime agli occhi. “Hai un’energia stupenda - dice la Carrà a Suor Cristina - Sono convinta che Ax ti sceglierà sennò va all’inferno”. Positivamente colpita anche Noemi: “Io sono credente e portare Dio in una trasmissione è molto bello: mancava questa dimensione spirituale”. Come da copione, Suor Cristina passa il turno, col suo coach in estasi: “Dopo questa esibizione, è diventata Madre Superiora: ha un dono Suor Cristina, trasmette gioia a chiunque la ascolti”. Non c’è storia: Cristina passa alla fase di Knockout, ma la voce potente di Luna stupisce sia Pelù che la Carrà e Noemi che optano per lo Steal. La concorrente si salva e alla fine sceglie la Carrà.

© Riproduzione Riservata

Commenti