01-00224232000001
Televisione

Striscia la Notizia: caso Fabio e Mingo, ora indaga la Procura di Bari

Gli inviati avrebbero realizzato due servizi "taroccati". Ecco come si difendono

A due settimane dal "licenziamento" in diretta, continua a complicarsi la vicenda relativa a Fabio e Mingo, gli ex inviati di Striscia la Notizia che avrebbero realizzato due servizi taroccati. E proprio a causa di uno di questi - relativo allo smascheramento di un finto avvocato - la Procura della Repubblica di Bari ha aperto un'indagine da cui è emerso che in realtà il protagonista del filmato sarebbe stato un attore e non un presunto legale.

L'inchiesta e le due denunce

A fornire dettagli più precisi è l'edizione barese del quotidiano La Repubblica. "Dopo la messa in onda di un servizio su un finto avvocato, pare addirittura su input dell’Ordine, la Procura di Bari si era mossa per individuare e punire il lestofante. Dopo alcune indagini delegate alla polizia giudiziaria era però arrivata alla conclusione che quell’avvocato, con la faccia nascosta, in realtà era un attore. Il servizio, in sostanza, era finto. O per lo meno erano finti gli interpreti". Così Mediaset e Antonio Ricci hanno deciso di collaborare alle indagini (l'ipotesi al vaglio è quella di truffa) fornendo il filmato integrale - con la faccia del finto avvocato non oscurata - e, sempre secondo Repubblica, presentando due denunce formali. 

La nota di Fabio e Mingo

In queste ore è arrivato poi il primo vero commento di Fabio e Mingo, pronti a farsi ascoltare dalle autorità competenti. "Siamo sconcertati dagli atteggiamenti ostili che stiamo riscontrando attraverso la stampa. Per ben 19 anni abbiamo collaborato fedelmente dando il massimo della nostra professionalità nel rispetto di ogni indicazione ricevuta, anche se non sempre condivisa - commentano i due attori - Quando le autorità competenti riterranno utile ascoltarci, rispenderemo con lealtà e serenità. Siamo i primi a voler conoscere le fila di questa assurda vicenda nella quale ci si vuole coinvolgere".

Nessun contatto con l'ex di MasterChef

Intanto la redazione di Striscia smentisce di aver ingaggiato come nuovi inviato pugliese Almo Bibolotti, l'ex concorrente di MasterChef 3. "I contatti di cui si legge in questi giorni su giornali, blog, siti web. Ringraziamo comunque per l’attenzione l’ex concorrente di MasterChef, ma, se davvero vuole diventare inviato di Striscia la notizia, non deve fare altro che seguire le indicazioni presenti nel nostro sito e mandarci un servizio, anche breve, che sarà esaminato con la simpatia e la cura dedicate a tutti i candidati". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti