Si può fare, al via il talent targato Carlo Conti
Olycom
Si può fare, al via il talent targato Carlo Conti
Televisione

Si può fare, al via il talent targato Carlo Conti

Riconfermata la giuria composta da Pippo Baudo, Amanda Lear e Yuri Chechi

Dopo il successo della preview dello scorso venerdì, parte ufficialmente questa sera la seconda edizione di Si può fare, il talent show di Rai Uno ad alto tasso di prove spettacolari condotto da Carlo Conti. Sei sfide, dodici concorrenti e tanta abilità: sono questi alcuni degli ingredienti del programma nel quale i vip si mettono in gioco per dimostrare che “si può fare” anche ciò che apparentemente sembra irrealizzabile. A giudicarli, tre giurati davvero speciali. 

I concorrenti e la giuria

Sei uomini e sei donne dello sport e dello spettacolo sono dunque chiamati a confrontarsi sul palco nelle sei sfide dirette ad alto tasso di adrenalina, fino a contendersi la vittoria finale. Il cast della seconda edizione è formato da Matilde Brandi, Costanza Caracciolo, Fiona May, Juliana Moreira, Pamela Prati, Mariana Rodriguez, Mario Cipollini, Roberto Ciufoli, Simon Grechi, Biagio Izzo, Amaurys Perez e Tommaso Rinaldi. Riconfermata la giuria della prima edizione, composta anche quest’anno da Amanda Lear, Pippo Baudo e Yuri Chechi

Il meccanismo

Nel corso della mini puntata di venerdì scorso - andata in onda al posto di Affari Tuoi - ai protagonisti sono state svelate le sfide che li attendono nella puntata di questa sera e in questi tre giorni hanno dunque dovuto allenarsi duramente per arrivare preparati all’appuntamento. Ad istruire i 12 concorrenti tra una puntata e l'altra sono sei Tutor, vere e proprie eccellenze nelle specialità prescelte: oltre ad insegnare ai propri allievi tutti i segreti del mestiere, dovranno prepararli al meglio per affrontare la sfida sul palco. 

Le nuove sfide

Intervistato da Sorrisi e Canzoni, Carlo Conti svela intanto alcune novità, a cominciare dal fatto che le sfide saranno scelte direttamente dagli autori e non più dai concorrenti, per creare così un po’ di suspance. “Siamo andati alla ricerca di discipline nuove – anticipa il conduttore – Ma ne riproporremo alcune, tipo la lap dance a il pattinaggio sulla pedana. Poi ci sarà una prova che mi piace molto, far muovere una sfera come se galleggiasse in aria. C’è sempre un mix tra esibizioni fisiche e divertenti”.

Si può fare - I concorrenti della seconda edizione

Olycom
Riconfermata la giuria formata da Pippo Baudo, Amanda Lear e Yuri Chechi
Ti potrebbe piacere anche

I più letti