The Following: le cose da sapere sulla nuova serie di Italia 1

Finalmente "in chiaro" anche in Italia la serie cult con Kevin Bacon

Eugenio Spagnuolo

-

Se non sopportate la vista del sangue, domani sera alle 22 e 05 non sintonizzatevi su Italia 1 per la prima puntata in chiaro di The Following, il nuovo "serial thriller" in 15 puntate con Kevin Bacon e James Purefoy. Ma se apprezzate i polizieschi dalle atmosfere gotiche, invece non perdetevela: è la storia al cardiopalma di un killer ossessionato da Edgar Allan Poe, e con una legione di adepti recuperati via internet e disposti a commettere i crimini più atroci pur di assecondarlo. Il titolo The Following ci gioca: significa i seguaci. Che possono essere tanto quelli di un social network che quelli di una setta.

L'autore
Il creatore di The Following è Kevin Williamson, lo scrittore che ha rivitalizzato il genere horror nel 96 col film Scream e in seguito ha sceneggiato anche Halloween 20 anni dopo (e vari serial tv come Dawson Creek).

La storia
Williamson stavolta si è inventato un un assassino "colto", Joe Carroll (James Purefoy), ex professore di letteratura che ha dedicato se stesso all'omicidio come forma d'arte. L'Fbi è riuscita a fermarlo una volta, ma ora Carroll è fuggito e Ryan Hardy (Kevin Bacon) deve riacciuffare lui e i suoi seguaci di Twitter che commettono crimini raccapriccianti, ispirandosi ai racconti di Poe. Tra il buono e il cattivo c'è anche una donna contesa. E naturalmente Hardy-Bacon non è un poliziotto regolare, ma un cane sciolto, alcolizzato e con molti conti in sospeso col passato (diciamolo, un personaggio abbastanza classico nei thriller). I due si troveranno faccia a faccia anche sui social network in un rincorrersi di tweet e retweet che puntellano la trama di ogni episodio.

Il cast
Il regista Marcos Siega ha ammesso che The Following è stato disegnato su misura sul 55enne Kevin Bacon, che nel ruolo del poliziotto Hardy ha infatti guadagnato molti consensi da critica e pubblico. Ma la serie può contare su un cast di tutto rispetto con Shawn Ashmore, Maggie Grace e Purefoy naturalmente.

Curiosità
Poe a parte, secondo i critici la serie ha tratto sicuramente ispirazione dalle gesta di Charles Manson, il killer che aveva messo su una setta omicida, "la famiglia", che la notte del 9 agosto 1969 compì il massacro di Bel Air, uccidendo barbaramente anche l'attrice Sharon Tate, moglie del regista Roman Polanski.

Recensioni
A proposito di critici. Il sito Metacritic che raccoglie le recensioni dei giornalisti e degli utenti della rete, ha attribuito a The Following un punteggio di 62. Non è altissimo perché forse non tutti gli spettatori hanno apprezzato il realismo da gran guignol di alcune scene. Ma il New York Times l'ha graziato: "è un racconto al cardiopalma che ricorda e si sostituisce nell'immaginario del pubblico a Il silenzio degli innocenti".

© Riproduzione Riservata

Commenti