Serie TV

Saf3: un nuovo telefilm dai creatori di Baywatch

A 14 anni dalla fine di Baywatch, la tv torna sulle spiagge di Malibù. Con Dolph Lundgren, ma senza Pamela Anderson

saf3

Eugenio Spagnuolo

-

L'anno scorso Baywatch ha compiuto 25 anni. Il primo episodio andò in onda negli Usa, sul canale NBC, nel 1989. E quale miglior modo di un remake per celebrare un quarto di secolo?

Da oggi, 15 giugno, dal lunedì al venerdì alle 11, Axn (canale 122 di Sky) manda in onda Saf3, telefilm "da spiaggia" con molta azione. Particolare non di poco conto, i creatori sono gli stessi di Baywatch: Gregory J. Bonann e Tanquil "Tai" Lisa Collins.

Di cosa parla
Saf3 (che si pronuncia "safe", cioè sicuro), ruota intorno alla Rescue 3, un'unità speciale dei Vigili del Fuoco di Malibu, che comprende specialisti in operazioni di mare, aria, e vigili del fuoco.

Il cast
David Hasselhoff ha lasciato il posto a un altro rassicurante mito degli anni 80: Dolph Lundgren, già Ivan Drago in Rocky 3, che qui veste i panni del capo squadra John Eriksson. Con lui, sul set: J.R. Martinez, Lydia Hull, Texas Battle, Jocelyn Osorio e Travis Burns.

E non ci sarà Pamel(on)a Anderson. Ma la produzione non ha dimenticato il sottile fascino che il costume rosso delle bagnine ha sul pubblico e molto si aspetta dall'esordiente Katie Meehan (così esordiente da non avere neppure una pagina su Wikipedia), dall'ex miss Finlandia, Pia Lamberg e da Danielle Caley Anderson (nessuna parentela).

Curiosità
Sebbene sia ambientato in California, Saf3 è stato girato in Sud Africa, per questioni di budget (anche Baywatch nelle ultime due stagioni rinunciò alle "costose" spiagge di Malibù, ndr).

È la prima effettiva serie televisiva con Dolph Lundrgren, che però ha potuto partecipare solo a 12 episodi su 20, perché già impegnato in un film (d'azione, of course).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le serie tv dell'estate 2015

4 novità e 3 graditi ritorni per un'estate all'insegna della bella tv: tra amori (etero e omo), zombie, affari di famiglia e detective al di sotto di ogni sospetto.

Commenti