Serie TV

Rush: quando E.R. incontra The Shield

Non tutti i medici della tv sono uguali: dopo la romantica Meredith Grey, ora tocca al cinico Rush

rush

Appassionati di medici in prima (e seconda) linea, a noi! Da stasera, 6 luglio, su Fox (Canale 112 di Sky) c'è Rush, la nuova serie tv in 10 episodi, con protagonista un camice bianco. Ma uno come il dottor William Rush (Tom Ellis, Lucifer), difficilmente lo incontrerete al pronto soccorso…

Di cosa parla
Rush è un fascinoso medico disilluso dalla vita, tutto quello che gli interessa sono l’alcol, le droghe e le belle donne. Eppure è uno tra i medici più richiesti dall’upper class di Los Angeles. Non è come il resto dei suoi colleghi, non lavora fisso in un ospedale o uno studio privato. Ha pazienti molto particolari, persone che vogliono totale discrezione riguardo all’assistenza che ricevono.
Il segreto del suo successo? Non fare domande e non giudicare. Non importa chi stia curando quello che conta è il congruo pagamento in contanti. William sembra soddisfatto della sua vita sregolata e non intende cambiare. Fino a quando non incontra una sua ex che risveglia la sua coscienza sopita. Almeno pare...


Da sapere
La serie è stata prodotta da Adam Fierro, che si è fatto le ossa come autore di The Shield, 24 e di alcuni episodi della prima stagione di The Walking Dead. Rush però non gli ha dato le soddisfazioni previste: Usa Network ha deciso di non rinnovare la serie per una seconda stagione.

Che cosa hanno scritto
"L'episodio pilota di Rush lascia ben sperare: la serie potrebbe andare ad arricchire la collezione della tv di storie basate su personaggi complessi". (Laurel Brown, Zap2it)

"Rush è apparentemente un buon medico, ma chi ha scritto la serie avrebbe dovuto dargli più personalità. Il caratteraccio e le occasionali battute cattive del primo episodio non bastano". (Neil Genzlinger, The New York Times).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le serie tv dell'estate 2015

4 novità e 3 graditi ritorni per un'estate all'insegna della bella tv: tra amori (etero e omo), zombie, affari di famiglia e detective al di sotto di ogni sospetto.

Protagonisti e amori gay nelle serie tv

Da House of Cards a le regole del delitto perfetto, da Grey's Anatomy a Empire, da American Horror Story a Flash: non c'è serial senza protagonisti gay, lesbo, bisex e transgender. Perché l'uguaglianza dei diritti passa anche per la tv

Commenti