Eugenio Spagnuolo

-

Trentadue anni fa, nel 1983, Jennifer Beals debuttava nel mitico Flashdance, il film musicale che le avrebbe dato la fama, seguita da un lungo un periodo di oblio di circa 20 anni. Poi finalmente la rinascita nel 2004 con The L Word, la serie tv ambientata nel demi-monde lesbo di Los Angeles: una prova da attrice che le è valsa anche il plauso della critica. E oggi? Oggi Beals torna finalmente in tv con Proof, in onda in Italia, su Premium Stories da giovedì 17 dicembre.

Di cosa parla
Carolyn Tyler (Beals), un chirurgo la cui vita è stata sconvolta dalla tragica morte del figlio, riceve una proposta inaspettata. Il magnate Ivan Turing (Matthew Modine), malato incurabile, la assume per indagare cosa si nasconda dopo la morte, al confine tra il mondo dei vivi e quelli che non ci sono più. La domanda è: i morti, sono davvero irraggiungibili? In questa ricerca la protagonista viene aiutata dal dottor Zedan Badawi (Edi Gathegi), il quale può esserle molto d’aiuto per via della conoscenza di antiche tradizioni religiose.

Il cast
Oltre a Jennifer Beals, c'è un'altra gloria degli anni 80: Matthew Modine. E poi... David Sutcliffe, Edi Gathegi, Joe Morton, Callum Blue e Annie Thurman.

Gli autori
La regia è di Alex Graves (Game of Thrones) - executive producer insieme a Kyra Sedgwick (già protagonista di The Closer), Jill Littman, Rob Bragin e Tom Jacobson.

Che cosa hanno scritto

"La caratterizzazione dura e pungente del dottor Tyler da parte di Jennifer Beals aiuta a elevare lo show". (Matt Roush, Tv Insider)

"Beals e gli altri (tra cui Joe Morton, il suo straordinario capo in carne e ossa) danno vita a questo racconto, nello stesso modo con cui i loro personaggi ridanno la la vita ai pazienti, con abilità e coraggio". (Diane Werts, Newsday)

“Fin dalla prima scena Proof’ scardina la convenzione di che cosa sia possibile e impossibile”. (Keith Uhlich, The Hollywood Reporter)

"La buona performance della Beals è un vantaggio, ma Proof avrà vita dura a  difendere le sue premesse di settimana in settimana". (Ed Bark, Uncle Barky)

Il trailer

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie tv: le più belle del 2015

Da 1992 a Transparent, passando per Sense8: le serie tv da (ri)vedere e ricordare

Commenti