mr-robot
Serie TV

Mr. Robot: hacker, anarchia e allucinazioni nella serie che conquista l'America

La vera novità dell'estate (televisiva) statunitense è una serie che mette insieme Fight Club, i libri di William Gibson e la cronaca recente. E c'è chi grida al capolavoro

Per uno di quegli strani cortocircuiti tra arte e vita, su cui aveva visto giusto Oscar Wilde, qualche giorno fa USA Network ha rinviato la messa in onda del finale di stagione della serie Mr. Robot per una settimana, perché nell'episodio c'è una scena che ricorda troppo da vicino l'atroce omicidio in diretta tv della giornalista Alison Parker e del cameraman Adam Ward, avvenuto qualche ora prima in Virginia. Una brutta, bruttissima storia. La serie tornerà in onda regolarmente il 2 settembre alle 10 di sera e c'è da giurarci che farà il boom di ascolti.

E la scena tristemente preveggente c'entra fino a un certo punto. Mr Robot, che non sappiamo ancora quando arriverà in Italia, è stata infatti la serie rivelazione dell'estate negli Usa: una miscela (esplosiva) tra il film Fight Club, il caso Snowden e i romanzi di William Gibson. "Potrà non piacere a tutti - ha scritto Jeff Jensen su Entertainment Weekly - ma personalmente mi ha elettrizzato".

Di cosa parla?
Elliot (Rami Malek), un programmatore impiegato in una società di sicurezza informatica, viene reclutato da un gruppo di hacker anarco-insurrezionalisti, controllati da un uomo conosciuto come Mr. Robot (Christian Slater) per distruggere aziende e multinazionali, tra cui anche quella per cui lavora. Ma il vero problema di Elliot è il suo alter ego: è depresso, paranoico e soffre di deliri e allucinazioni.

Se tutto questo girare introno al binomio hacker e follia vi ha fatto venire in mente Uomini che odiano le donne, avete avuto una felice intuizione: il regista dell'episodio pilota di Mr Robot è infatti lo stesso del film tratto dai romanzi di Stieg Larsson, Niels Arden Oplev.

Il cast
Forse vi ricorderete di Rami Malek (Elliot), nella serie The War at Home, dove interpretava una adolescente gay, per il film Una notte al Museo e per il ruolo di Benjamin nell'ultimo episodio di Twilight. Il curriculum di Christian Slater (Mr Robot) è invece ben più lungo: 30 anni di cinema, passando per film come Il Nome della Rosa e Ninphomaniac. Con loro, sul set, anche Portia Doubleday (Angela), Carly Chaikin (Darlene) e Martin Wallström (Tyrell).

Che cosa hanno scritto
"La serie più follemente originale dell'estate" (Matt Roush, TV Guide).

"Dà l'impressione di un nevrotico thriller britannico, raccontando di un assurdo senso di interessi intrecciati da un lato e una strana insurrezione dall'altro: e in questo ricorda vagamente "Brazil" di Terry Gilliam. Se le prospettive commerciali appaiono fumose, è difficile ricordare l'ultima volta che su USA Network si è visto qualcosa di più intrigante". (Brian Lowry, Variety).

"Mr Robot è come un virus del computer che si farà strada dentro la vostra mente, se non fate attenzione" (Mark A. Perigard, Boston Herald).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti