Francesco Canino

-

Dopo dodici anni Kim Rossi Stuart torna in tivù con una mini serie. L'attore sarà infatti il protagonista di Maltese - Il romanzo del Commissario, la nuova fiction di Rai 1, in onda da lunedì 8 maggio, che racconta le gesta di un eroe solitario che dedica tutta la sua vita alla lotta alla criminalità e al male: ambientata nella Sicilia degli anni '70, in cui le mire espansionistiche della mafia infiammano lo scontro con le istituzioni e con gli uomini servitori dello Stato, la serie in quattro puntate è un un avvincente poliziesco - dalle venature del giallo e del noir - in cui si intrecciano amore e crimine.

Maltese - Il romanzo del Commissario, la storia
La storia del commissario Maltese è quella di un uomo che si trova da solo a combattere contro qualcosa che a detta di tutti non esiste. La mafia è ancora considerata da molti come un’invenzione di scrittori e giornalisti, invece si sta rapidamente trasformando grazie all’enorme quantità di denaro che le arriva dal traffico di eroina. Maltese - Il romanzo del Commissario, prodotta da Rai Fiction e Palomar (la casa produttrice de Il commissario Montalbano) è ambientata a Trapani, nel 1976: Dario Maltese è fuggito dalla Sicilia molti anni prima, portando con sé un dolore lacerante e quando decide di tornare nella sua città, il suo migliore amico viene ucciso.

Così diventa il commissario capo della questura di Trapani, prendendo il posto dell’amico fraterno appena scomparso, e per lui inizia un lavoro estenuante: inizia a riannodare i fili, ad indagare portando alla luce verità scomode anche a costo di fare i conti con il suo passato e scoprire ciò che non avrebbe mai immaginato su di sé e la sua famiglia. L’unica gioia della sua vita è Noa, la figlia, con la quale, dopo un periodo di dolorosa lontananza, finalmente si ritroverà. 

Chi è Dario Maltese
Ma chi è il commissario Dario Maltese? Gli sceneggiatori hanno creato questo personaggio facendo una sintesi di diversi investigatori coraggiosi, realmente esisiti, che cercarono di fare luce sulla mafia quando in troppi ne negavano l’esistenza. Molti vennero infangati e allontanati. Altri, schiacciati dalla paura, abbandonarono le indagini. Alcuni caddero e furono uccisi. Dario Maltese è uno di quelli che vanno avanti, perché è un uomo alla ricerca della verità: non è disposto a chiudere gli occhi o accettare compromessi, considera l'ingiustizia una sopraffazione e grazie al suo lavoro si trasforma da investigatore come tanti in eroe.

LEGGI ANCHE: L'INTERVISTA A KIM ROSSI STUART

Il cast della fiction di Rai 1
Oltre a Kim Rossi Stuart, nel cast di Maltese - Il romanzo del Commissario ci sono anche Rike Schimid (nel panni di una coraggiosa fotografa), Francesco Scianna (che interpreta Mauro Licata, un giornalista alla ricerca della verità) e ancora Antonio Milo, Enrico Lo Verso e Paolo Ricca. La lista degli attori che hanno preso parte alla serie di Rai 1 diretta da Gianluca Maria Tavarelli è lunga e variegata e comprende Marco Leonardi, Roberto Nobile, Rosario Terranova, Claudio Castrogiovanni, Francesco Colella, Pippo Pattavina, Filippo Luna, Alessandro Schiavo, Cloe Romagnoli. Impossibile non citare poi la partecipazione di Michela Cescon, di Eros Pagni e di Valeria Solarino, che interpreta Giulia Melendez, una giovane donna appartenente alla più facoltosa famiglia di Trapani. La sceneggiatura è di Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli

La prima puntata
Il commissario di polizia Maltese (Kim Rossi Stuart) torna a Trapani per fare da testimone di nozze a Gianni Peralta (Claudio Castrogiovanni), il commissario di Trapani. Alla vigilia del matrimonio, l'uomo e la sua promessa sposa vengono uccisi proprio davanti agli occhi di Dario, che a quel punto decide di restare in città per far luce sulla morte dell’amico: intuisce subito che l’assassinio è di stampo mafioso, ma si trova davanti a un muro di gomma perché la parola mafia è ancora un tabù insormontabile. Il commissario però non si arrende: supportato dalla sua squadra, prosegue nelle indagini e nel suo cammino si imbatte in due alleati inaspettati.

Gli ascolti record
L'esordio di Maltese- Il romanzo del commissario conquista è stato visto da 7,5 milioni di spettatori medi ed uno share del 30,3%. Durante la prima puntata sono stati ben 13 milioni e 200 mila gli italiani che sono entrati in contatto con Maltese mentre a livello regionale: il record regionale è stato segnato in Sicilia, dove lo share ha toccato quota al 45,2%.

La seconda puntata
Grazie ad un indizio determinante che gli viene procurato dalla fotografa Elisa, Maltese ha la prova che non sta sbagliando: dietro l'omicidio di Gianni c'è la mafia. Così il commissario prosegue le sue indagini e arriva a mettere in connessione tre casi apparentemente minori e molto diversi tra di loro, dei quali Peralta si era occupato nei mesi che hanno preceduto il suo brutale assassinio. I tre crimini raccontano accendono i riflettori sull’ascesa di un nuovo gruppo di potere mafioso trapanese. A quel punto i problemi per Dario si moltiplicano: più va avanti con l'inchiesta, più le istituzioni provano ad osteggiarlo e a complicare le cose tranto che persino suo passato, che lo aveva spinto a fuggire da Trapani, viene usato contro di lui.

La terza puntata
Grazie al supporto dalla sua squadra e al sostegno sempre più fondamentale del giornalista Mauro Licata (Francesco Scianna) e della fotografa Elisa Ripstein (Rike Schmid), Maltese arriva a scoperchiare l’enorme affare nel quale il denaro proveniente dal traffico di eroina viene riciclato a beneficio del potere locale e governativo. Ma proprio nel momento in cui Maltese sembra essere vicino alla verità sull’omicidio del suo amico, un drammatico evento muta il corso dell’indagine.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tutto può succedere 2: il cast, la trama e le anticipazioni della serie di Rai 1

Tornano le avventure della famiglia Ferrero. Nel cast anche Pietro Sermonti, Maya Sansa e Licia Maglietta

Di padre in figlia: al via la fiction con Alessio Boni e Cristiana Capotondi

Una saga familiare raccontata attraverso i cambiamenti storici vissuti in Italia dal '58 agli anni '80

Commenti