Serie TV

Magnum P.I., arriva il remake in versione millennial

L'investigatore portato la successo da Tom Selleck rivive in una serie scritta dagli stessi autori di Hawaii Five-O

magnum-pi

Eugenio Spagnuolo

-

Prendi una vecchia serie tv di successo e riscrivila in chiave millennial. Chiamatelo se volete “effetto nostalgia”. Beninteso che non sempre funziona. Finora, in nome suo, sono stati malridotti cult come Dynasty, McGyver e Hazzard. Succederà lo stesso con Magnum P.I. o il detective coi baffi (qui caduti) in versione 2.0 supererà la prova del remake? Per scoprirlo non resta che sintonizzarsi dal 16 ottobre il martedì su Fox.

Che cosa vedremo in Magnum P.I.
Ex Navy Seal tornato dall’Afghanistan, Magnum si ricicla come investigatore privato alle Hawaii insieme a Higgins interpretata da Perdita Weeks (il fedele Higgins ha cambiato sesso, ndr) e ai suoi famosi due doberman. Nella sua squadra anche Rick (Zachary Knighton) e TC (Stephen Hill), i suoi due ex compagni d’armi ai tempi della marina.

Il trailer

Il protagonista
Il nuovo Selleck ha le fattezze di Jay Hernandez, che ricorderete in Suicide Squad, e forse nella bella serie del 2005 Friday Night Lights, dove aveva una particina. Difficile invece ricordarsene per aver interpretato Carlito Brigante in Carlito Brigante nel film Carlito's Way - Scalata al potere, film con l’ambizione (non riuscita) di prequel al capolavoro di De Palma con Al Pacino. Ma ora sappiamo che Hernandez non soffre di certo di complessi di inferiorità.

Gli autori
La serie ha tra i suoi creatori Peter M. Lenkov, già creatore di Hawaii Five-O. E il primo episodio è stato girato da Justin Lin, regista del franchise Fast & Furious

Da sapere
Il Magnum P.I. originale aveva i baffi (di Tom Selleck) e indossava rigorosamente camice hawaiane. E per la figura del compassato investigatore privato entrambi furono una ventata d’aria fresca. Ma i produttori del nuovo Magnum P.I. non hanno voluto seguirne le tracce, regalandoci un action man meno inedito di quello creato dal grande Glen A. Larson con Donald P. Bellisario. Larson aveva prodotto la sua prima serie nel 68 e prima di lasciarci nel 2014 ci ha regalato il remake “intimista” di Battlestar Galactica.

Che cosa hanno scritto
“Hernandez va bene come Magnum: toglie il fascino essenziale del personaggio come uomo d'azione che preferirebbe vivere come un bel barbone sulla spiaggia. E i fan assidui dell'originale noteranno altri dettagli. Il nuovo Magnum P.I. va benissimo, ma in un'epoca in cui tanta televisione è di prim'ordine, è va così bene da far restare la serie in onda?” (Ken Tucker, Yahoo TV).

“Molto meno divertente dell'originale. Hernandez ha il naturale carisma necessario per portare avanti una serie procedurale e i suoi compagni hanno brevi momenti per brillare (anche se meno della star). Le scene d'azione vanno bene, anche se i loro effetti speciali lasciano molto a desiderare, e il pilot è perfettamente funzionale”. (Ben Travers, IndieWire).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie tv distopiche: le migliori del 2018

A esorcizzare il futuro che non vorremmo ci pensa la tv: da The Handmaid's Tale a Black Mirror, passando per gli incubi di Philip Dick

Manifest: trailer e cose da sapere sulla serie tv di Zemeckis

Il regista di Forrest Gump per il suo debutto in tv punta sul mistery drama

Le serie tv più attese dell'autunno 2018

il debutto di Julia Roberts, Neil Gaiman, i Romanoff, ma anche tanto horror formato tv: tutte le primizie seriali dell'autunno

Commenti