Serie TV

La Compagnia del cigno: le anticipazioni della terza puntata

Il nuovo episodio della serie di Rai 1 con Alessio Boni e Anna Valle, in onda su Rai 1 lunedì 14 gennaio. Ottimi ascolti per La Compagnia del cigno

La compagnia del cigno Rai 1

Francesco Canino

-

Cosa c'è dietro l'incidente accaduto al prof. Marioni? C'è anche un piccolo mistero nella terza puntata de La Compagnia del cigno, la serie di Rai 1 campione d'ascolti con Alessio Boni e Anna Valle, in onda lunedì 14 gennaio. Il direttore d'orchestra più severo del piccolo schermo, sarà infatti vittima di uno strano episodio che porterà la storia verso una svolta inattesa.

La compagnia del cigno, le anticipazioni della terza puntata

Dopo le ultime difficoltà, Barbara (Fotinì Peluso) si trasferisce al liceo musicale dopo aver capito di non riuscire a reggere in parallelo sia lo studio al Conservatorio Verdi che quello al Liceo classico. Intanto Sara (Hildegard De Stefano) - la ragazza ipovedente, in assoluto uno dei personaggi più interessanti della serie - chiede di essere riammessa nell’orchestra, ma un gruppo di compagni non approva.


Ma sarà proprio il suo orgoglio a dominare il primo episodio della terza puntata de La Compagnia del cigno, in cui, inaspettatamente, tra il prof Luca Marioni (Alessio Boni) e la moglie Irene (Anna Valle), cala il gelo: il profondo dolore per la morte della figlia, che non riescono a superare, prende il sopravvento.

 

Lo strano incidente di Marioni

Nel secondo episodio della serie scritta da Ivan Cotroneo, dal titolo Un’altra possibilità, il pubblico ritroverà Marioni all'uscita dall’ospedale con un tutore al braccio e qualche costola rotta: lì c'è Irene che lo aspetta e la donna capisce che non si è trattato di un incidente e vorrebbe stargli vicino, ma lui rifiuta. Cosa si nasconde dietro lo strano evento? Il "Bastardo" decide contro tutti i pareti di proseguire comunque le prove del concerto, ma tra i ragazzi la tensione è alta a causa della presenza di Sara, che rende difficoltosa l’esecuzione.

Per sapere di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti