Serie TV

Io sono Mia: la vita di Mia Martini diventa un film tv

Serena Rossi interpreta la cantante nel progetto in onda nel 2019 Rai 1. Loredana Bertè ha collaborato alla realizzazione di Io sono Mia

Serena Rossi Io sono Mia

Francesco Canino

-

La storia di un’artista dalla voce inimitabile e di una donna appassionata che ha vissuto fino in fondo l'amore. S'intitola Io sono Mia il film tv di Rai 1 - titolo tra i più attesi della Fiction Rai della prossima stagione - incentrato sulla vita di Mia Martini, scomparsa nel 1995 ad appena 47 anni: ad interpretarla sarà Serena Rossi. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Io sono Mia, la vita di Mia Martini diventa un film tv

"Vogliamo raccontare la grande Mia Martini senza tacere sui pregiudizi mostruosi che le hanno avvelenato la vita", anticipa il produttore Luca Barbareschi, che ha realizzato il film tv con la sua Casanova Multimedia, in collaborazione con Rai Fiction. Girato tra Roma e Sanremo, il biopic Io sono Mia parte dal 1989, quando la Martini rientrò sulle scene dopo anni difficili a causa delle continue maldicenze sul suo conto. 

Il film tv andrà in onda nel febbraio 2019, dopo il Festival di Sanremo, e la colonna sonora conterrà anche un inedito della Martini che Caterina Caselli ha custodito per anni. "Si tratta di un pezzo inciso da Mimì. Abbiamo pensato che potesse essere l'occasione giusta per rendergli giustizia", anticipa Loredana Bertè

La trama e il cast del biopic di Rai 1

Come se fosse una lunga intervista, Serena Rossi si calerà nei panni di Mia Martini per ripercorrere le tappe più importanti della carriera dell'artista: gli inizi da bohémienne, il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male, una storia d’amore intensissima che la travolge e la condiziona.

Poi c'è la fama di iettatrice che le si attacca addosso come la peste, la carriera tra alti clamorosi e bassi vertiginosi, il buio e l'apparente serenità ritrovata. Una vita intensa, insomma, vissuta lottando contro i pregiudizi ma senza mai scendere a compromessi, pagando a duro prezzo le proprie scelte artistiche e personali. Nel cast di Io sono Mia ci sono anche Maurizio Lastrico, Lucia Mascino, Dajana Roncione, Antonio Gerardi, Nina TorresiCorrado Invernizzi ,  Edoardo Pesce. La sceneggiatura è di Monica Rametta, la regia invece di Riccardo Donna

Ed anche questa avventura è giunta al capolinea...MIMÌ quante emozioni mi hai regalato...quante note impossibili, quante lacrime, quanta felicità...hai rubato un pezzo del mio cuore. Ora è tuo. Volevo ringraziare TUTTA la squadra pazzesca, i miei preziosi compagni compagni di viaggio che, con la loro professionalità e passione, hanno reso questo film SPECIALE. @riccardodonna grande capitano @alessiotorresi i suoi aneddoti e il suo fucsia @vincienzo ‘che cos’è questo?... @mattiadonna tutto è iniziato nel tuo magico studio @emmegieffe maestra del mio cuore @batibertolio e le tue lezioni di fisarmonica a Dieghino @enza_lamparelli Tony l’hai fatto? @michela2502 e le sue lacrime dolci @erika_zampry eriiiiiika camouflaaaaage @nina.torresi ma i vaccini li hai fatti? iopiccoladonnamorirei @mauriziolastricoofficial e le nostre meravigliose litigate @antoniogerardi_ e mi fermo qui! @dajana_roncione sorella amata @conigliofabrizio e il suo cuore grande @lucia_mascino genio immenso @schifocuore il primo ciak del film insieme, non lo dimenticherò @rev.daniele_mariani grande prova (in tutti i sensi) che pochi avrebbero affrontato così INFINITAMENTE GRAZIE. #iosonoMia #serenarossi #miamartini

Un post condiviso da • Serena Rossi • (@serenarossiofficial) in data:

Loredana Bertè c'è, Zero e Fossati mettono il veto

Nel progetto è stata coinvolta anche Loredana Bertè, che, intervista da Il mattino, ha spiegato: "Ho collaborato alla sceneggiatura fornendo aneddoti e correggendone altri. Serena Rossi è napoletana e questo sarebbe piaciuto a Mimì, è brava e spero che saprà cogliere l'essenza di mia sorella". La cantante ha voluto seguire la stesura della fiction "perché la memoria di mia sorella fosse ben tutelata". 

Ha del clamoroso invece il doppio veto di Ivano Fossati, grande amore di Mimì, e di Renato Zero. Come ha confermato la stessa Rossi, entrambi hanno chiesto alla produzione di non figurare nella sceneggiatura. "Ci sono rimasta male. Mi è dispiaciuto proprio per lei, Mia. Anche se non raccontiamo due musicisti, abbiamo comunque messo in scena la storia di una grande passione, un grande amore, cercando di riprodurre le dinamiche e i sentimenti che a volte si creano nelle coppie di artisti", ha sottolineato la Rossi a Il Messaggero.

Per saperne di più: 


© Riproduzione Riservata

Commenti