Il Miracolo: arriva la serie diretta da Niccolò Ammaniti. Foto e trailer

L'autore di "Io non ho paura" debutta alla regia con una serie tv su un misterioso "miracolo italiano"

Eugenio Spagnuolo

-

Il cinema non ci è riuscito, la tv invece sì: Niccolò Ammaniti, scrittore tradotto in tutto il mondo, per il suo debutto alla regia ha scelto Il Miracolo, la serie che andrà in onda su Sky a partire dall’8 maggio in una storia ra politica e religione, con un cast importante.

 

Che cosa vedremo in Il Miracolo

L’Italia è sulla soglia del referendum che può portarla fuori dall’Europa. In otto giorni quattro personaggi si trovano alle prese con l’evento più grande della loro esistenza, un evento che avrebbe il potere di cambiare il mondo e che cambierà per sempre le loro vite: una statuetta di plastica della Madonna che piange sangue, ritrovata durante un’operazione di polizia. Sì, la domanda è proprio: cosa accadrebbe alle nostre vite se ci trovassimo di fronte a un evento inspiegabile, ad un vero miracolo?

Il trailer

La trama

Il giovane presidente del Consiglio Fabrizio Pietromarchi è un politico giusto, un progressista, ateo. È alle prese con il momento più delicato della sua carriera politica e sua moglie, l’esplosiva e indomabile Sole, minaccia di lasciarlo. Padre Marcello, prete di periferia, dopo anni e anni di devota fede e missioni in Africa, è preda di pulsioni incontenibili, il gioco d’azzardo, il sesso, la pornografia distruggono la sua anima. Cerca un segno di Dio per battere il demonio. Il generale Votta è un uomo solitario, custode della sicurezza, nemico di tutto ciò che può turbare l’ordine costituito, è afflitto da una fastidiosa forma di sinusite. L’ematologa Sandra cura da anni una madre ridotta ormai a un vegetale, a lei ha sacrificato ogni aspetto della sua vita, anche il suo amore per Amanda, per ridarle la vita è pronta a tutto. Sono loro i primi a venire a contatto con l’incredibile reperto rinvenuto nel covo del boss Molocco: una statuetta della Madonna che piange senza sosta sangue umano. Loro ad averne la responsabilità.

Gli autori

Niccolò Ammaniti firma la sceneggiatura della serie con Francesca Manieri, Francesca Marciano e Stefano Bises e la regia con Francesco Munzi e Lucio Pellegrini.

Il cast

I protagonisti sono Guido Caprino (Fai bei sogni, In Treatment, 1992, 1993), che interpreta il protagonista della serie, il presidente del Consiglio Fabrizio Pietromarchi; Elena Lietti (La pazza gioia, Il rosso e il blu) è la first lady Sole Pietromarchi; Lorenza Indovina (La tregua, Il passato è una terra straniera, Qualunquemente, Prima che la notte), che interpreta una donna dal passato irrisolto, Clelia; Sergio Albelli (Il giovane favoloso, La pazza gioia) è il generale Giacomo Votta, che guiderà le indagini sul ritrovamento, mentre Alba Rohrwacher (La solitudine dei numeri primi, Hungry Hearts, Perfetti Sconosciuti, In Treatment) vestirà i panni di Sandra Roversi, una biologa che analizzerà il caso da un punto di vista scientifico, e Tommaso Ragno (Io e te, 1992, 1993) quelli di Marcello.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Dark Polo Gang: arriva la serie tv. Trailer e cose da sapere

Il collettivo di rapper romani si mette "a nudo" in una docu-serie in 12 episodi, girata come una lunga "Instagram Story"

Le migliori serie tv "crime" del 2018

Da McMafia a Trust, passando per L'Alienista: tutte le facce del genere che domina la tv

The Crossing: la serie tv erede di Lost. Foto e trailer

Un gruppo di rifugiati politici che viene dal futuro mette in crisi una piccola città costiera americana. La nuova scommessa di Amazon Prime Video

Commenti