Serie TV

Il Commissario Montalbano e le indagini su "Un covo di vipere"

Torna in replica su Rai 1, martedì 6 marzo, uno dei dieci episodi più visti della serie con Luca Zingaretti. Il Commissario Montalbano è record di ascolti

Un covo di vipere Il Commissario Montalbano

Francesco Canino

-

Dopo il clamoroso boom di ascolti della nuova serie, torna Il Commissario Montalbano. Martedì 6 febbraio Rai 1 trasmette infatti la replica di Un covo di vipere, uno degli episodi più di sempre della fiction con Luca Zingaretti, trasmesso per la prima volta nel 2017. La puntata si apre con la morte dell'imprenditore Cosimo Barletta, ucciso con un colpo di arma da fuoco mentre beveva un caffè.

Il Commissario Montalbano, le anticipazioni di Un covo di vipere

Cosimo Barletta viene trovato morto nella sua casa al mare. Cominciano così le indagi di Un covo di vipere ma non ci sono segni di effrazione, quindi a ucciderlo è stato qualcuno che lo conosceva e lo stesso imprenditore lo ha fatto entrare in casa. Ma chi è stato? Forse una donna che ha passato la notte con lui, oppere un ladro pronto a rubare nell'abitazione.

Il caso assume però tinte fosche quando Salvo Montalbano (Luca Zingaretti) scopre che Barletta non solo era un uomo freddo, crudele, privo di scrupoli ma anche uno strozzino che a Vigata aveva rovinato un sacco di persone. Comprese molte giovani ragazze, costrette a concedersi e a subire terribili ricatti.


 

La indagini acchiappa-ascolti di Salvo Montalbano 

Erano in molti a odiarlo in città e le indagini si complicano ancora di più quando Montalbano scopre che, poco prima di essere freddato, Barletta era stato addirittura avvelenato. Uno strano intreccio che fa pensare che due assassini, uno indipendente dall'altro, avessere deciso di ucciderlo quella stessa notte.

Un covo di vipere, diretto come sempre da Alberto Sironi e tratto dall'omonimo romanzo di Andrea Camilleri, è un assoluto una delle dieci puntate più viste: con 10.647.000 di spettatori e il 40,8% di share, è il sesto episodio più seguito di sempre.

Per saperne di più: 


© Riproduzione Riservata

Commenti