Serie TV

Il cacciatore: le anticipazioni della terza puntata

Nuovo episodio della serie tv con Francesco Montanari, in onda su Rai 2 mercoledì 28 marzo. Il cacciatore ispirata alla storia del magistrato Alfonso Sabella

Francesco Montanari Il cacciatore

Francesco Canino

-

Racconta una delle pagine più spettacolari e cruente della lotta tra lo Stato e la mafia siciliana nei primi anni '90 Il cacciatore, la serie tv di Rai 2 con Francesco Montanari, liberamente ispirata alla vera storia del magistrato Alfonso Sabella. Le indagini del giovane Pm Saverio Barone proseguono e i primi risultati cominciano a vedersi. Ecco cos'accadrà nel terzo episodio, in onda mercoledì 28 marzo.

Il cacciatore, le anticipazioni della terza puntata

Idi di Marzo è il titolo del primo episodio della terza puntata de Il cacciatore. La zona tra Corleone e Villabate è martoriata dalla guerra tra cosche innescata dal boss Leoluca Bagarella (David Coco). Il Pm Saverio Barone (Francesco Montanari) è coinvolto nelle indagini relative agli omicidi ma non riesce a vedere chiaramente il disegno che ne sta alla base.


Tutto cambia quando l’amante di Salvatore Barbagallo (Alessandro Giallocosta), Serena (Katia Greco), in maniera del tutto inattesa consente alle forze dell’ordine di fare un decisivo passo avanti nella loro ricerca: si scopre infatti che il suo uomo è un mafioso molto vicino a Di Peri.

 

L'arresto di Barbagallo

Barbagallo viene arrestato ed costretto a confessare visto che il Pm Barone e il suo collega, Carlo Mazza (Francesco Foti), hanno a disposizione tutti gli elementi per scoprire chi sono i componenti del clan di Di Peri e incastrarli uno ad uno, mafioso dopo mafioso: l'obiettivo è quello di riuscire a chiudere lo scontro tra i malavitosi che prosegue sottotraccia da troppo tempo.

Nel frattempo, il mafioso Buscemi viene fatto crudelmente torturare dal boss Bagarella: l'uomo vuole scoprire a tutti i costi chi stia tramando contro Corleone e pensa che Buscemi lo sappia.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti