Serie TV

Il Cacciatore: le anticipazioni della seconda puntata

Il nuovo episodio della serie tv con Francesco Montanari in onda su Rai 2 mercoledì 21 marzo. Il Cacciatore è stato visto da oltre 2,5 milioni di spettatori

Il cacciatore Rai 2 cast

Francesco Canino

-

Dopo il clamoroso successo della prima puntata, torna Il Cacciatore, la serie tv di Rai 2 con Francesco Montanari. Il pubblico pare infatti aver apprezzato il rinnovamento in fatto di linguaggio narrativo, storie, personaggi oltre al mix di reale e immaginario e gli ascolti hanno superato i 2,5 milioni di spettatori. Ecco cos'accadrà nel secondo episodio, in onda mercoledì 21 marzo.

Il Cacciatore, le anticipazioni della seconda puntata

Saverio Barone (Francesco Montanari) ha ottenuto le indagini sul suo primo latitante, Mico Farinella (Giulio Beranek), ma in otto mesi le ricerche non hanno prodotto risultati. Un giorno però accade l'impensabile: viene ucciso un uomo per strada e una testimone fornisce l’identikit del tizio che stava con la vittima. Si tratta di Mico e finalmente l'indagine ingrana.


 

Bagarella (David Coco) e Vincenzina Marchese (Roberta Caronia) ricevono la visita di un vecchio amico: si tratta di Nunzio Scalera, un ex sicario agli ordini di Bagarella con la passione per le filosofie e orientali. Tony Calvaruso (Paolo Briguglia), invece, viene coinvolto nella compravendita di alcuni appartamenti.

Le indagini di Saverio e le minacce di Bagarella

Saverio, con il supporto dei Carabinieri del capitano Cesare Bonanno (Nicola Rignanese), riesce a rimettersi sulle tracce di Mico Farinella e, dopo mesi di attesa, alla fine le maglie dell'indagine si stringono rapidamente intorno al boss delle Madonie, fedelissimo di Don Luchino. Comincia così il secondo episodio della nuova puntata de Il Cacciatore, liberamente ispirata alla vera storia del magistrato Alfonso Sabella

Ma non è solo la magistratura a minacciare in quei giorni il clan di Bagarella: a Villabate, la famiglia Di Peri alza la testa per prendere il controllo del mandamento. Così Bagarella è costretto a intervenire di persona per ristabilire l'ordine nel suo territorio e porta ai Di Peri il suo ultimatum.

Perché Il Cacciatore ha avuto successo 

Spostare il target, alzare il livello e puntare su un tipo di narrazione più contemporanea. Sono questi gli ambiziosi obiettivi che il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, si era data per Rai 2: dopo il successo de L'Ispettore Coliandro (per quanto gli ascolti siano calati nelle ultime stagioni), Rocco Schiavone e La porta Rossa, ha così puntato su Il Cacciatore che è già stato selezionato al Festival CanneSeries, il concorso che mette assieme il meglio delle serie internazionali.

"L'obiettivo è raccontare in modo diverso, nella scrittura, nella regia che modifica il quadro dell'inquadratura, che sceglie tagli inconsueti, nel montaggio che alterna e spezza, mescola reale e ricordo, ma anche nella recitazione, nel montaggio e nella musica che riflettono la complessità di uno storytelling contemporaneo e in linea con la migliore serialità internazionale", spiega la Andreatta.

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti