Eugenio Spagnuolo

-

E non poteva che finire in Italia, il paese del buon cibo, l'avventura televisiva di Hannibal Lecter, il cannibale gentiluomo nato dalla pena di Thomas Harris: la terza ed ultima stagione inedita, in onda su Premium Crime dal 6 gennaio, ogni mercoledì in prima serata, è ambientata in Italia, come già era avvenuto per Hannibal, il film del 2001 di Ridley Scott (ve lo ricordate Anthony Hopkins in giro per Firenze?).

Che cosa vedremo

La terza stagione vede Hannibal Lecter (Mads Mikkelsen) a spasso per l’Europa assieme alla sua ex-psichiatra Bedelia Du Maurier (Gillian Anderson), dopo essere sfuggito alla cattura dell’FBI e a seguito del bagno di sangue del finale della stagione precedente. Accantonata Quantico almeno inizialmente, è il Bel Paese (con Firenze e Palermo in primo piano) ad essere protagonista della prima parte della stagione finale. Ma il detective Will Graham (Hugh Dancy) non si è certo dimenticato del suo peggior incubo...
Dopo la cucina francese della prima stagione e quella giapponese della seconda, è arrivato il momento di rendere omaggio alla cucina italiana. “Antipasto”, “Primavera” e “Secondo” sono solo alcuni dei titoli dei primi sette episodi della stagione.

Il Cast

Un attore italiano si farà spazio tra il talentuoso Hugh Dancy, Mads Mikkelsen, già antagonista di James Bond in Casino Royale (2006) e vincitore al Festival di Cannes 2012 per il film Il Sospetto, e Gillian Anderson: Fortunato Cerlino, il Pietro Savastano in Gomorra – La Serie, vestirà i panni di Rinaldo Pazzi, un ispettore di polizia che indaga su Hannibal. Ma la terza stagione sarà ricca di molti nuovi personaggi, primo fra tutti il serial killer Drago Rosso, interpretato dall’attore inglese Richard Armitage (Lo Hobbit), Zachary Quinto (American Horror Story) che vestirà i panni di un paziente della Du Maurier, Nina Arianda che interpreterà la futura moglie di Will Graham e Rutina Wesley (True Blood) che sarà Reba McClane, una donna cieca che si avvicinerà a Francis Dolarhyde.

Gli autori
Bryan Fuller (Heroes, Pushing Daisies, Dead like me) cura l’adattamento in 13 capitoli dei personaggi portati alla luce dal romanzo Red Dragon, prequel de Il Silenzio degli Innocenti. I primi tre episodi sono stati diretti dal regista Vincenzo Natali, americano di origine italiana.

Da sapere

La serie tv è in realtà un prequel del romanzo di Harris pubblicato nel 1981. Il libro aveva conosciuto in precedenza due riduzioni cinematografiche: il memorabile Manhunter-Frammenti di un omicidio (1986) diretto dal grande Michael Mann (con William Petersen, futuro protagonista di CSI: Scena del crimine, nei panni di Graham) e Red Dragon (2002) di Brett Ratner, con Edward Norton e Anthony Hopkins (girato dopo il successo de Il Silenzio degli Innocenti di Jonathan Demme nel 1991). Antecedente alle vicende narrate nella serie tv, è il film Hannibal Lecter – Le origini del male (2007), dal romanzo omonimo di Harris incentrato sulla figura di Lecter dagli 8 anni alla prima adolescenza. L’ultimo capitolo della saga è invece Hannibal (2001) di Ridley Scott, ambientato 7 anni dopo le vicende de Il Silenzio degli Innocenti.
Visto il successo in patria, è assai probabile che da una costola di Hanniabl nasca uno spin off. L'erba cattiva del resto...

Che cosa hanno scritto

“La serie è una bistecca cotta alla perfezione, al sangue, la più gustosa da assaporare in tv negli ultimi tempi”. (Brian Lowry, Variety)

"Laddove altri spettacoli televisivi evitano il peso di tutto ciò che rappresenta la morte, Hannibal trasforma l'orrore in un'opera audace e bella, esagerata e opulenta". (Todd VanDerWerff, Vox.com)

"È emozionante, brillante e coinvolgente. E anche ripugnante, riprovevole, diabolica". (Tirdad Derakhshani, Philadelphia Inquirer)

il trailer

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie tv: le novità del 2016

Arrivano Supergirl, gli hacker di Mr Robot, una spy story con Sharon Stone e...

Serie tv: X-Files e gli altri ritorni del 2016

Mulder e Scully tornano con 6 nuovi episodi. Ma è grande l'attesa anche per le nuove stagioni di Game of Thrones, Orange is the new black, Hannibal e...

Commenti