Good Behavior 2: la seconda stagione della serie con Michelle Dockery

Tornano i Bonnie e Clyde degli anni 2000, nella serie cult scritta da Blake Crouch

Eugenio Spagnuolo

-

È stata una delle serie più sorprendenti del 2017. E a gran richiesta Good Behavior ha avuto la sua seconda stagione, in Italia su TimVision a partire dal 20 marzo. Al centro della storia sempre loro, Letty (Michelle Dockery) e Javier (Juan Diego Botto), coppia di moderni e malinconici Bonnie e Clyde usciti dai racconti di Blake Crouch, l’autore di Wayward Pines.

 

Che cosa vedremo in Good Behavior 2

Con Jacob finalmente sotto la loro custodia, Letty e Javier si stabiliscono in una pacata cittadina costiera. Ma Letty continua a rubare e Javier continua a uccidere. Tutto procede senza intoppi fino a quando Javier non si accorge di essere lui stesso il target di un altro sicario. A questo punto, Letty deve fare la sua scelta: vivere una vita “normale”, con un killer al proprio fianco, potrebbe anche rivelarsi una missione impossibile.

Il trailer

Dove eravamo rimasti…

Letty Raines (Michelle Dockery) è un’artista del furto recentemente uscita di prigione per buona condotta, ha intenzione di ottenere nuovamente la custodia di suo figlio Jacob di 10 anni. Durante un furto in una camera d’albergo, Letty si trova costretta a nascondersi in un armadio e origliare una conversazione tra due individui. Scoprirà ben presto che un uomo ha assoldato un sicario professionista per uccidere la moglie. Lei cercherà di fermare l’omicidio entrando in contatto con il killer Javier Pereira (Juan Diego Botto): tra i due si sviluppa ben presto un legame molto forte, fatto di seduzione, passione, ricatti, trasgressione e, forse, anche amore.

Il Cast

Nel cast impossibile non notare Ann Dowd, vincitrice dell’Emmy come “Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica” nell’acclamatissima The Handmaid’s Tale (che tornerà con la sua seconda stagione dal 26 aprile, sempre su TIMVISION), Bruce Altman (Mr. Robot, Madoff, 50 sfumature di nero), Gideon Emery (Shameless, Teen Wolf), Terry Kinney (Oz), Justin Bruening (Grey’s Anatomy), Todd Williams (The Vampire Diaries), Mary Catherine Garrison (Veep), Collette Wolfe (Interstellar, Cougar Town) e Drew Matthews (House of Cards, Sleepy Hollow).

Perché guardarla

Perché sì: gli attori bravissimi, a cominciare da Ann Dowd, e i registi - da Charlotte Sieling a Phil Abraham - già visti all’opera nelle migliori serie tv (Homeland, I Sopranos, ecc).
Perché no: all'improvviso la storia si avvita su sé stessa (ed è un peccato).

Che cosa hanno scritto

“La nuova veste di Michelle Dockery come bad girl è perfettamente riuscita”. (Hollywood Reporter)
“Dockery scava a fondo mostrando una performance frenetica e spesso commovente”. (Washington Post)
“La chimica tra Michelle Dockery e Juan Diego Botto, sia come personaggi sia come attori, è formidabile”. (Boston Globe)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

The Looming Tower: i segreti dell'11 settembre in una serie tv

Jeff Daniels in una serie tv ispirata al libro di un Premio Pulitzer sulla guerra tra Cia e Fbi che (forse) aprì la strada Bin Laden. Foto e trailer

Ecco chi sono gli attori italiani delle serie tv Usa

L'immancabile Favino, ma anche tanti volti nuovi: i nipotini della Loren e di Mastroianni alla conquista della tv made in Usa

Seven Seconds: la questione razziale negli Usa vista da una serie tv

Il crime incontra l'attualità politica nella nuova serie di Netflix

The Sinner: la serie tv cult con Jessica Biel

Pubblico e critica gridano al capolavoro. E Jessica Biel con la serie che segna il suo ritorno in tv si porta a casa anche una nomination ai Globes

Commenti