Dal Giudice meschino a Una grande famiglia 2: i set delle serie tv aperti ad agosto

Da Luca Zingaretti a Pupi Avati, da Stefania Sandrelli a Miriam Leone, attori e registi sono impegnati tra un ciak e l'altro

Luca Zingaretti da "Il commissario Montalbano" a "Il giudice meschino" (Credits: Rai)

Marida Caterini.

-

Agosto: i set delle grandi serie tv sono aperti per ferie. Da un capo all'altra dell'Italia la parola d'ordine è "ciak si gira".

Il giudice meschino Una grande famiglia 2, Era santo, era uomo, La donna velata, Il bambino cattivo, sono alcune delle più importanti storie televisive in lavorazione che i telespettatori vedranno nel corso del prossimo anno.

Set tutto calabrese per Il giudice meschino, serie destinata a Rai 1, tratta dal libro di Mimmo Gangemi, pubblicato da Einaudi. Interpreti principali Luca Zingaretti e sua moglie Luisa Ranieri che recitano insieme per la seconda volta, dopo la miniserie Cefalonia. A Reggio Calabria, con la regia di Carlo Carlei, Zingaretti si cala nel ruolo di un giudice indolente, nell'attesa di tornare a interpretare di nuovo Il commissario Montalbano. Alberto Lenzi (il personaggio di Zingaretti) è un magistrato rinunciatario e sconfitto dai poteri forti che non crede più nel suo lavoro. Ma ritroverà se stesso e l'amore per la professione, quando viene ucciso il suo migliore amico, un giudice integerrimo che aveva dedicato tutta l'esistenza alla ricerca della verità e della giustizia. Accanto a Lenzi c'è il maresciallo dei carabinieri Marina Rossi (Luisa Ranieri) che lo aiuta a indagare per scoprire gli assassini e a poco a poco se ne innamora. Ma non tutto sarà facile. Anzi.

Stefania Sandrelli e tutto il cast di Una grande famiglia sono sul set per girare la seconda stagione della serie che è stata campione di ascolti lo scorso anno su Rai 1. Le riprese termineranno a settembre inoltrato, ma la fiction è uno dei primi prodotti ad andare in onda con l'inizio dell'autunno televisivo. Per aumentarne l'attesa Rai 1 ha ritrasmesso la prima stagione. La Sandrelli, nel ruolo di Eleonora Rengoni, la grande madre della "grande famiglia" protagonista del serial, è pronta a tutto pur di salvare i suoi cari. Nel sequel dovrà fare i conti con tanti nuovi misteri legati alla ricomparsa del figlio Edoardo Rengoni (Alessandro Gassman) creduto scomparso. Nel cast c'è anche Stefania Rocca nel ruolo di Chiara, la moglie di Edoardo, che nel frattempo ha subito una radicale evoluzione, ha perso la sua insicurezza e si è trasformata in una donna dal carattere forte. I fan della serie sono curiosi di conoscere cosa accadrà quando riappare il consorte creduto morto.

Era santo, era uomo è una miniserie che racconta l'amicizia che legò papa Giovanni Paolo II alla guida alpina Lino Zani. Il Pontefice amava molto la montagna e trascorreva le sue vacanze a tremila metri di altezza. Conobbe Zani in quanto gestore del rifugio "Ai caduti dell'Adamello" in Val Canonica. La guida alpina ebbe una vera e propria venerazione per il Papa, interpretato nella fiction da Aleksej Guskov, attore dalla somiglianza impressionante con Wojtyla. In occasione della beatificazione, Zani pubblicò il libro Era santo, era uomo - Il volto privato di papa Wojtyla raccontando l'aspetto personale e intimistico di un papa che lui aveva conosciuto come uomo. Nel ruolo di Zani c'è Giorgio Pasotti, la regia è di Andrea Porporati. Il set della serie è aperto.

La donna velata è una serie in costume, ambientata nell'Ottocento ed è interpretata dall'ex Miss Italia Miriam Leone. Il set è aperto e resterà attivo fino al prossimo dicembre. Si tratta infatti di una storia notevolmente impegnativa in sei puntate, nella quale Rai 1, a cui è destinata, crede molto perché non affronta solo tematiche sentimentali. La Leone è una giovane donna, Clara Grandi Fossà, che ad un certo punto della sua esistenza si trova a dover scegliere tra il rispetto per le sue origini e l'amore per un uomo che nasconde troppi segreti. L'ex Miss Italia ha rinunciato alla conduzione di Mattina in famiglia per rincorrere il sogno della recitazione.

Infine Il bambino cattivo è un tv movie diretto da Pupi Avati. Il regista è sul set per affrontare un problema che gli sta molto a cuore: il disagio dei bambini figli di genitori separati. L'idea, ha raccontato recentemente lo stesso Avati a Panorama.it,  è venuta osservando i figli dei tanti collaboratori che gli sono stati vicini nel corso degli anni, durante le riprese dei suoi film. Questi bimbi che venivano sul set con i genitori avevano lo sguardo triste ed era visibilmente chiaro che soffrivano. Così Avati ha deciso di portare all'attenzione dell'opinione pubblica questo tema, spesso sottovalutato. Nel ruolo dei due genitori ci sono Luigi Lo Cascio e Donatella Finocchiaro. La data della messa in onda, su Rai 1, è il 24 novembre, giornata mondiale dei diritti dei bambini.

© Riproduzione Riservata

Commenti