Disjointed: foto e trailer della nuova sitcom di Netflix

L'autore di The Big Bang Theory si rifà vivo con una sitcom ambientata in un negozio molto speciale...

Eugenio Spagnuolo

-

Si ride da sballo con la nuova serie comedy di Netflix, in programma dal 25 agosto, e non tanto per dire: Disjointed è proprio ambientata in un coffee shop di Los Angeles, gestito da un irresistibile hippy interpretata da Cathy Bates.

 

Che cosa vedremo

Ruth Whitefeather Feldman (Kathy Bates) è un'attivista per la legalizzazione della marijuana, che riesce finalmente a realizzare il proprio sogno: aprire un negozio di cannabis a Los Angeles. Al suo fianco tre commessi, il figlio ventenne e una guardia privata con grossi problemi. Tutti gli equivoci, va da sé, girano attorno al fatto che sono tutti più o meno costantemente “fumati” e "disconnessi" (disjointed).

Perché guardarla

Perché sì: l’autore è il prolifico Chuck Lorre, deus ex machina di varie sitcom di successo: Dharma & Greg, Due uomini e mezzo, The Big Bang Theory, Mike & Molly e Mom (e anche autore della canzone di Debbie Harry: French Kissin' in the USA).
Perché no: non ha passato l’esame del sito Metacritic, ottenendo un rating di appena 43 punti su 100.

Il trailer

Che cos’hanno scritto

“Disjointed è una serie realizzata in modo professionale, nel complesso piacevole, in gran parte indolore. Il cast è di buona compagnia; le battute funzionano quasi sempre”. (Robert Lloyd, Los Angeles Times).

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

The Mist: foto, trailer e cose da sapere sulla nuova serie horror di Netflix

Un classico di Stephen King rivisitato in 10 episodi. Ma niente mostri, a far paura stavolta è...

The Defenders: trailer e cose da sapere sulla nuova super-serie di Netflix

Quattro eroi Marvel uniti nella battaglia per salvare New York

Atypical: amore e autismo nella nuova serie di Netflix

Una commedia delicata per raccontare i turbamenti di un giovane americano

Friends from College: la nuova serie comedy di Netflix

Sei amici in vena di rimpatriate dopo gli anni di Harvard. Ma la nostalgia un po' canaglia è...

Commenti