Cory Monteith, le 5 performance migliori in Glee

L'attore canadese è morto a 31 anni per un mix di droga e alcol. Vogliamo però far risuonare ancora la sua voce, nelle sue esibizioni canore più belle sul set della serie tv

Glee

Lea Michele, Cory Monteith e Dianna Agron in "Glee" – Credits: Mondadori Portfolio/Fox-TV/The Kobal Collection/Carin Baer

Simona Santoni

-

Tante parole si sono spese, tanti messaggi di dolore e cordoglio sono arrivati dai fan, su Twitter, su Facebook, fuori dai cancelli della Paramount Pictures a Los Angeles, davanti al Fairmont Pacific Rim di Vancouver... Al ventunesimo piano di questo elegante hotel, la mattina del 13 luglio è stato trovato senza vita, nella sua camera, Cory Monteith, stroncato da un mix letale di eroina e alcol. Proprio davanti a questo albergo ormai tristemente noto partirà stasera una veglia in ricordo dell'attore di Glee.

Ora che quello che più risuona è il silenzio della perdita, vogliamo invece ridare a voce a Cory, elevando il volume delle sue migliori performance canore sulla serie tv di Fox. Qui il trentunenne canadese interpretava Finn Hudson, il quarterback del liceo che mette la sua popolarità a rischio quando si unisce al "Glee Club", il coro della scuola, e ai suoi membri emarginati. Ironia della sorte, il personaggio di Cory, Finn, è orfano di padre. Cory non era orfano, ma anche lui ha dovuto affrontare l'assenza del padre, da piccolo, quando i genitori si separarono. 

Ecco i migliori momenti di Cory Monteith, secondo noi, attraverso le quattro stagioni finora trasmesse (la quinta era in programma per settembre). Saremo forse un po' sentimentali, ma son soprattutto in compagnia di Lea Michele, sua compagna di vita e di set, che in Glee interpreta Rachel Berry, ragazza ambiziosa a volte bersaglio di episodi di bullismo. 
Di sicuro è una scelta soggettiva. Siamo certi che la vostra top five sarà diversa e che tanti altri momenti musicali emozionanti saranno nel vostro cuore. Se volete segnalateceli nei commenti. 

1) Don't Stop Believin' (Stagione 1, episodio 1: Voci fuori dal coro)

Don't stop believin' dei Journey è la canzone da cui tutto è iniziato, che ha avviato il fenomeno internazionale di Glee e fatto di Monteith l'indiscussa stella. "Non smettere di credere", canta il coro, mentre Lea e Cory duettano gioiosamente. La talentuosa Rachel, affamata di successo, ha trovato nell'aitante giocatore di football la voce maschile all'altezza della sua. 

 

2) Faithfully (Stagione 1, episodio 22: Le regionali)

Faithfully dei Journey è una delle canzoni con cui le Nuove Direzioni si esibiscono alle Regionali. Ancora Finn e Rachel in duetto, ancora Cory e Lea: all'epoca i due non erano ancora una coppia nella vita reale, ma già la sintonia e l'energia tra i due sono evidenti.

 

3) Man in the Mirror (Stagione 3, episodio 8: Crescere)

Splendido in smoking bianco e nero, ecco Cory che canta Man in the Mirror di Michael Jackson, insieme ai membri delle Nuove Direzioni Puck (Mark Salling), Blaine (Darren Criss), Mike (Harry Shum Jr.) e Sam (Chord Overstreet).

 

4) Can't Fight This Feeling (Stagione 1, episodio 1: Voci fuori dal coro)

Prima di Glee Cory non sapeva di poter cantare, eppure nella commedia musicale ha regalato assoli memorabili. Dopo apparizioni televisive in serie come Smallville o Flash Gordon, l'attore canadese si è aggiudicato il ruolo di Finn tramite un nastro da audizione in cui cantava Can't Fight This Feeling, hit del 1985 dei REO Speedwagon. Ed è proprio questa la canzone che Finn canta sotto la doccia quando la sua voce viene notata dal professor Schuester. 

 

5) We've Got Tonight (Stagione 4, episodio 14: Lo voglio)

Durante il ricevimento del matrimonio - fallito - tra Emma e Will un nuovo duetto vibra tra Finn e Rachel, che si ritrovano. Una delle ultime esibizioni di Cory. Sulle note di We've Got Tonight di Bob Seger tante coppie si formeranno nelle camere d'albergo...

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Cory Monteith, mix letale di eroina e alcol ha ucciso la star di Glee

Sono noti i risultati dell'autopsia. "L'incidente più triste e tragico"

Glee, cosa sarà della serie tv dopo la morte di Cory Monteith

La quinta stagione era in programma per settembre. La scomparsa improvvisa dell'attore canadese getta nel caos i creatori dello show musicale, che devono cercare di rilanciare le vicende del "glee club". I fan chiedono un lieto fine, almeno sullo schermo

È morto Cory Monteith, star della serie tv Glee

Trovato senza vita in un hotel di Vancouver. Non sono ancora note le cause del decesso ma l'attore trentunenne ha avuto a lungo problemi di droga e alcol

Cory Monteith e Lea Michele, fotostoria di un amore spezzato

I due giovani attori si sarebbero dovuti sposare nel 2014

Commenti