Eugenio Spagnuolo

-

Dopo Empire e Power, un’altra serie tv ci porta alla scoperta del luccicante mondo dell’hip hop americano. Si intitola Atlanta, come la capitale della Georgia, ed è stata creata da Donald Glover, che ne è anche protagonista. La serie, in onda su Fox dal 19 gennaio, ha una struttura da comedy ma non è pensata come la classica sitcom: lo humour è piuttosto la chiave per affrontare temi drammatici in modo spiazzante. Negli Usa dove è stata trasmessa di recente ha ottenuto un lusinghiero successo di critica e pubblico.

Che cosa vedremo
Due cugini spiantati, Earn (Donald Glover) e Alfred “Paper Boi” (Brian Tyree Henry) che sognano di sfondare nel mondo della musica. Accanto a loro lo stralunato Darius (Keith Stanfield) e la bisbetica Vanessa (Zazie Beetz), l’ancora di salvezza di Earn, nonché mamma della sua bellissima bambina.

Location

L’hip hop è il filo conduttore di Atlanta e accompagna le vite dei protagonisti, diventando l’unica via di fuga dai sobborghi della città che conta una delle maggiori comunità afroamericane del paese. Lo scenario in cui si muovono i protagonisti sono le cosiddette trap house, case semi-abbandonate o occupate abusivamente adibite alla produzione o smercio di droghe in un intricato labirinto di piccoli vicoli, ideali per le attività illegali.

Che cosa hanno scritto

«È molto più reale, onesta e stimolante rispetto a qualsiasi seri che ho visto quest'anno. Unica a tutti gli effetti, Atlanta è una dei migliori nuove serie di questo autunno». (Terry Terrones, Colorado Springs Gazette).

«Glover ha creato una serie che è difficile da incasellare ed è estremamente coinvolgente». (Mark A. Perigard, Boston Herald).

Il trailer

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Dirk Gently: il trailer della serie tv ispirata al libro di Douglas Adams

Un bizzarro investigatore, partorito 30 anni fa da Adams, in tv con Elijah Wood

Quarry: una serie tv sul post Vietnam. Foto, trailer e cose da sapere

Ispirata al romanzo di Max Allan Collins, arriva in Italia la serie che racconta il post Vietnam di un marine, per cui la guerra non è mai finita

Le serie tv più belle del 2016

Miliardari, surfisti killer, cowboy robot, e il Papa di Sorrentino: la nostra classifica delle serie tv in prima visione più belle dell'anno

Le Bureau: Mathieu Kassovitz agente segreto in una serie tv

Dopo il successo ottenuto in Francia, arriva anche in Italia la serie basata sulle storie di ex spie francesi

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965