Eugenio Spagnuolo

-

Dopo Empire e Power, un’altra serie tv ci porta alla scoperta del luccicante mondo dell’hip hop americano. Si intitola Atlanta, come la capitale della Georgia, ed è stata creata da Donald Glover, che ne è anche protagonista. La serie, in onda su Fox dal 19 gennaio, ha una struttura da comedy ma non è pensata come la classica sitcom: lo humour è piuttosto la chiave per affrontare temi drammatici in modo spiazzante. Negli Usa dove è stata trasmessa di recente ha ottenuto un lusinghiero successo di critica e pubblico.

Che cosa vedremo
Due cugini spiantati, Earn (Donald Glover) e Alfred “Paper Boi” (Brian Tyree Henry) che sognano di sfondare nel mondo della musica. Accanto a loro lo stralunato Darius (Keith Stanfield) e la bisbetica Vanessa (Zazie Beetz), l’ancora di salvezza di Earn, nonché mamma della sua bellissima bambina.

Location

L’hip hop è il filo conduttore di Atlanta e accompagna le vite dei protagonisti, diventando l’unica via di fuga dai sobborghi della città che conta una delle maggiori comunità afroamericane del paese. Lo scenario in cui si muovono i protagonisti sono le cosiddette trap house, case semi-abbandonate o occupate abusivamente adibite alla produzione o smercio di droghe in un intricato labirinto di piccoli vicoli, ideali per le attività illegali.

Che cosa hanno scritto

«È molto più reale, onesta e stimolante rispetto a qualsiasi seri che ho visto quest'anno. Unica a tutti gli effetti, Atlanta è una dei migliori nuove serie di questo autunno». (Terry Terrones, Colorado Springs Gazette).

«Glover ha creato una serie che è difficile da incasellare ed è estremamente coinvolgente». (Mark A. Perigard, Boston Herald).

Il trailer

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Dirk Gently: il trailer della serie tv ispirata al libro di Douglas Adams

Un bizzarro investigatore, partorito 30 anni fa da Adams, in tv con Elijah Wood

Quarry: una serie tv sul post Vietnam. Foto, trailer e cose da sapere

Ispirata al romanzo di Max Allan Collins, arriva in Italia la serie che racconta il post Vietnam di un marine, per cui la guerra non è mai finita

Le serie tv più belle del 2016

Miliardari, surfisti killer, cowboy robot, e il Papa di Sorrentino: la nostra classifica delle serie tv in prima visione più belle dell'anno

Le Bureau: Mathieu Kassovitz agente segreto in una serie tv

Dopo il successo ottenuto in Francia, arriva anche in Italia la serie basata sulle storie di ex spie francesi

Commenti