Televisione

Sanremo 2019: Alessandra Amoroso e Rovazzi, gli ospiti della terza serata

Buoni gli ascolti della seconda puntata e già si parla di un possibile tris di Baglioni al Festival, con picchi tra i giovani. Ecco chi sarà all'Ariston giovedì 7 febbraio

Sanremo 2019

Francesco Canino

-

Baglioni può tirare un sospiro. Il temuto tonfo della seconda serata di Sanremo 2019 non c'è stato. Il calo sta nei limiti del fisiologico e galvanizzati dal successo - oltre che stuzzicati dai giornalisti - già si guarda al Festival del 2020 e la tentazione di un tris baglioniano già aleggia sull'Ariston. Ipotesi da fanta tv a parte, ecco gli ospiti della terza puntata, in onda giovedì 7 febbraio.

Sanremo 2019, gli ascolti della seconda puntata

È un Festival per giovani. Numeri alla mano, e con qualche sorpresa, si assiste ad un ringiovanimento del pubblico e rispetto al passato cala l'età media degli spettatori. "Per noi è un grandissimo risultato. Siamo felici", ammette il direttore di Rai 1 Teresa De Santis che gongola per il numero dei laureati e soprattutto per il "goal giovani", visto che nel target tra 8-14 anni lo share è arrivato al 61,5% (dieci in più rispetto all'esordio).

Quanto ai dati complessivi, al netto del calo fisiologico di ogni seconda puntata, gli ascolti hanno retto assestandosi in media a 9,1 milioni di spettatori con il 47,3%, dunque il calo è contenuto sui due punti. I picchi della serata sono: 14.259.000 alle 21.49 durante il duetto Mannoia-Baglioni con Quello che le donne non dicono, mentre il picco di share del 54,4% è stato alle 24.22 durante la performance di Pio e Amedeo. Record anche i numeri sul web, con 448 mila persone che hanno visto il Festival su RaiPlay. 

Baglioni e la pace (a distanza) con Salvini

Soddisfatto e gongolante per gli ascolti anche Claudio Baglioni, costretto a destreggiarsi con curve e share. "Siamo contenti, soprattutto perché molte canzoni occupano la rotazione radiofonica ed è un segnale di salute. In più abbiamo ampliato la parte intrattenimento e faremo ancora meglio", spiega. E risponde serafico a chi gli chiede di Matteo Salvini, che ha twittato un inaspettato "evviva Sanremo" firmando così una tregua a distanza dopo le polemiche sui migranti.

"Credo che non ci sia né pace né guerra, perché guerra da parte mia non c'è mai stata. Sono contento che ci sia uno spettatore così illustre del Festival", chiosa. Poi torna la domanda sul 2020: "Mi farebbe piacere essere l''aggressore artistico' del Festival. Ma è un impegno grande". La voglia c'è, insomma, soprattutto per la parte musicale: "Ma mi piacerebbe farmi un po' meno nemici. Al momento non c'è alcun retropensiero", ammette. 

Gli ospiti della terza puntata 

Quanto alla terza puntata del Festival di Sanremo, in onda giovedì 7 febbraio, i 12 in gara questa sera sono Mahmood, Enrico Nigiotti, Anna Tatangelo, Ultimo, Francesco Renga, Irama, Patty Pravo con Briga, Simone Cristicchi, Boomdabash, Motta, Zen Circus, Nino D'Angelo e Livio Cori

Gli ospiti della serata saranno Antonello Venditti, Alessandra Amoroso, Raf e Umberto Tozzi, Fabio Rovazzi, Serena Rossi, Ornella Vanoni e Paolo CevoliDomani invece, l'8 febbraio, torna in tv dopo un anno e mezzo di assenza Luciano Ligabue. "Faremo un omaggio a un comune amico, Francesco Guccini", anticipa Baglioni.

Per saperne di più: 


© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965