Sanremo 2014: dalla Carrà alla Smutniak, tutti gli ospiti e i proclamatori

Monta intanto il "caso" Grillo, atteso domani sera in platea all'Ariston. "Non sono preoccupato" dice Fazio - Social #Sanremo

Fazio Littizzetto

Ultime ore di prove per Fazio e la Littizzetto prima del debutto ufficiale, domani sera alle 20 e 40 – Credits: (Ansa)

Francesco Canino

-

A poco più di ventiquattrore dall’inizio del 64esimo Festival di Sanremo, l’atmosfera si scalda. Si è conclusa da pochi minuti la tradizionale conferenza stampa dal Roof dell’Ariston, durante la quale il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone, Fazio Fazio e Luciana Littizzetto hanno svelato (e in qualche caso confermato) gli ospiti attesi al Festival. Ecco tutti i nomi dei “presenters” e le guest star in arrivo.

SORPRESA LIGABUE. La conferenza si apre con una sorpresa live: Fazio parla più volte al telefono poi annuncia che Ligabue, atteso sabato sera, farà un’incursione già domani con un omaggio a Fabrizio De Andrè. “Le ventiquattrore che precedono l’inizio sono terribili: perché sono qui? Non c’è risposta”, dice con la consueta ironia il conduttore. Che poi non conferma la presenza di Francesco Totti, data invece per certa da molti giornali. “Non ci sarà nemmeno Gigliola Cinquetti - svela la Littizzetto - Si è rotta un polso: forse non ha più l’età”.

I PROCLAMATORI E GLI OSPITI. Anche quest’anno è prevista un’infornata di ospiti che annunceranno le canzoni che passano il turno, ribattezzati i “presenters”. La prima serata si aprirà con la presenza di Laetitia Casta e Raffaella Carrà, mentre i presenters saranno Tito Stagno, Tania Cagnotto e Francesca Dallapé, Amaurys Pérez, Luigi Naldini (direttore dell’Istituto Telethon San Raffaele per la terapia genetica di Milano), Cristiana Capotondi, Massimo Gramellini e Marco Bocci.

Per la seconda serata, in arrivo invece Franca Valeri, le gemelle Kessler e Claudio Santamaria mentre gli annunci saranno affidati ad Armin Zoeggler (reduce dalla medaglia di bronzo nello slittino a Sochi), Cristiana Collu (direttrice del Mart di Rovereto), Kasia Smutniak, Gian Antonio Stella, Veronica Angeloni e Clemente Russo.

Giovedì si aspetta invece l’omaggio al maestro Claudio Abbado, affidato all’Orchestra Filarmonica della Fenice diretta da Diego Matheuz: grande curiosità per l’ospitata di Renzo Arbore e dell’astronauta Luca Parmitano. Venerdì serata di duetti e grandi ospiti musicali, ma ci saranno anche Luca Zingaretti e Enrico Brignano.

Per il gran finale di sabato, occhi puntati su Maurizio Crozza. “Farà ciò che vuole, non abbiamo concordato nulla – spiega Fazio - Mi piace l’idea che torni a Sanremo e sono sicuro che l’accoglienza sarà quella che si deve riservare ad un comico del suo livello. Non è stato difficile convincerlo”. Anche Giancarlo Leone si dice molto contento del suo arrivo: “Avevo tentato di averlo stabilmente su Rai Uno, ma non ci sono riuscito”.

LA LITTIZZETTO SI SCALDA. Luciana Littizzetto non nasconde la felicità per le ospiti femminili che saliranno sul palco dell’Ariston, in particolare per Raffaella Carrà, Franca Valeri e le Kessler. “E’ il massimo che mi potevo aspettare. Sono giorni che provo il numero con la Carrà, con cui ballerò. Anche con le Kessler che sono fantastiche. Franca è una donna così straordinaria che riesce a stare sul palco con un pensiero così moderno che ci frega tutti quanti: più che contenta, sono grata di esserci”.

IL CASO GRILLO. Inevitabili, arrivano poi le domande sul ‘caso’ Beppe Grillo, che ha annunciato via Twitter la sua presenza martedì all’Ariston. “Non stiamo lavorando su ipotesi straordinarie. Se verrà ci farà piacere: quello che farà fuori dal teatro non è di nostra competenza – precisa Leone - Oltre che leader politico, Grillo è uomo di spettacolo e per questo non abbiamo preso in considerazione ipotesi di interruzione di programma. Non abbiamo piani a, b o c: come uomo di spettacolo sa bene che uno spettacolo con s’interrompe”. “Concentriamoci su quello che è previsto non sull’imprevedibile: non sono minimamente preoccupato”, ha poi aggiunto Fazio.

REBUS ASCOLTI. “Nessuna responsabilità per gli ascolti: io faccio solo l’imbecille, mi sposto solo da Rai Tre a Rai Uno. Cercheremo di fare il varietà: gli ospiti faranno spettacolo e dobbiamo fare ridere, stupire, portare leggerezza e bellezza, che è il tema di quest’anno”, racconta Luciana Littizzetto rispondendo alle domande relative agli ascolti. Leone ricorda il picco negativo nel 2008 e quello positivo del 2013: “Speriamo di avvicinarci ai numeri straordinari dello scorso anno”. “Se c’è il tracollo è meglio, è divertente e se ne parla”, chiosa Fazio.

PIF C’E’. A conferenza già iniziata, fa il suo ingresso in sala stampa anche Pif, con inseparabile telecamera con cui da giorni registra il materiale per il pre Festival, a lui affidato. “Con Piefrancesco abbiamo un vero prologo d’autore. Farà un racconto vero e proprio che precede il Festival: sono grato che abbia accettato questo ruolo”. Di poche parole, il regista siciliano non nasconde però la gioia per l’opportunità che gli è stata offerta. “Non credo che mi capiterà più. Credo che la Rai si pentirà di avermi dato un pass che mi consente di entrerà dappertutto”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti