Televisione

Rai, il sabato sera dei giornalisti antimafia

Con "Cose nostre", 5 puntate dedicate ad altrettanti cronisti coraggiosi, la Rai fa servizio pubblico

Schermata 01-2457407 alle 15.08.03

Antonella Piperno

-

Dopo il disastro del Capodanno materano il direttore di Raiuno Giancarlo Leone cambia verso, dimostrando un certo coraggio nel voler piazzare in seconda serata un programma come Cose nostre, dedicato alle storie di cinque giornalisti italiani minacciati dalle mafie, inizialmente destinato ai nottambuli inchiodati al video in terza serata.

Peccato che abbia puntato sul sabato sera, non certo lo spazio tv più adatto.

Scelte di palinsesto a parte, è indubbiamente da servizio pubblico un programma che nasce dalla relazione della Commissione Antimafia, secondo la quale sono oltre duemila gli episodi di violenza, intimidazione e minaccia nei confronti di giornalisti italiani conteggiati tra il 2006 e il 2014, tra auto incendiate, minacce, lettere intimidatorie.

Il programma firmato da Emilia Brandi, Giovanna Ciorciolini e Tommaso Franchini e diretto da Andrea Doretti ha scelto di raccontare il lavoro sul territorio e il coraggio di cinque giornalisti, con altrettanti documentari che esaltandone professionalità e coraggio offrono anche uno sguardo competente sul malaffare, la corruzione e l’illegalità che insidia l’Italia.

Dopo la prima puntata dedicata al cronista napoletano Arnaldo Capezzuto e alla sua attività anticamorra, sabato 16 gennaio tocca a Michele Albanese, cronista del Quotidiano del Sud e collaboratore Ansa, che a Cose nostre racconta il potere della ‘ndrangheta sul porto di Gioia Tauro.

Il 23 gennaio la protagonista della terza puntata sarà Amalia De Simone, videoreporter di inchiesta per Corriere.it, protagonista di reportage sulla terra dei fuochi e sul clan dei Casalesi.

Il 30 prenderà la parola Pino Maniaci, direttore di Telejato a Partinico e l’obiettivo si sposterà quindi sui boss siciliani

A chiudere l’ultima puntata sarà poi Giovanni Tizian de L’Espresso, calabro-emiliano minacciato dalla ‘ndrangheta.

Per chi trascorre il sabato sera fuori casa, Cose nostre sarà in replica a marzo, nel pomeriggio. Sempre di sabato però.

© Riproduzione Riservata

Commenti