Pechino Express 3, i Coreografi conquistano la prima tappa

Le 'Immigrate' salvate dalla busta nera. Eva Grimaldi show. Tutto sulla prima puntata

Alessandra Celentano e Corrado Giordani

Alessandra Celentano e Corrado Giordani hanno vinto la prima tappa: stasera la seconda puntata – Credits: Ufficio Stampa

Francesco Canino

-

Parte della leggendaria Mandalay, l'antica città dei re e cuore delle tradizioni della vecchia Birmania, la prima puntata di Pechino Express 3. Ed è subito cult. Il cast azzeccatissimo, il montaggio stile movie e la conduzione di Costantino della Gherardesca si mischiano in maniera sapiente fino ad ottenere un prodotto tra i migliori in onda sulla tivù italiana. Ecco il meglio e il peggio della prima tappa. 

ETERO, CHE NOIA. Belli, per carità. Fisicati, senza dubbio. E pure competitivi. "A me non piace mai perdere, nemmeno una partita a biglie", ammette il campione di rally Luca Betti. Però che noia, signora mia. Lui e il modello israeliano Michael Lewis - che formano la coppia degli Eterosessuali - arrivano primi al Royal Palace (dopo aver strappato un passaggio ad un auto della polizia locale) e si ritagliano subito il ruolo di "quelli da battere". Lewis praticamente non apre bocca, Betti mostra bicipiti possenti ma l'unica reazione che suscita è lo sbadiglio prolungato. Bocciati (almeno le ora). 

GRIMALDI SHOW! "Le strisce pedonali qua non ci sono?". È evidente che Eva Grimaldi ci darà delle grandissime soddisfazioni. Tenta di attraversare la strada e per poco non la investe un bici, ringrazia per aver ottenuto un passaggio ma il driver non gradisce le sue smancerie e reagisce come un gatto stizzito. "Non devi toccare la gente", la rimbrotta l'attrice Roberta Garzia, sua compagna di avventura nelle Cougar. Ma il momento epico è quando si busca un paio di rutti sordi e ripetuti, come risposta da parte di una signora che di ospitare per la notte lei e l'amica non ci pensa minimamente. "Ci sono rimasta male", dice, poi scoppia a piangere. Stracult. Roba da inserire hic et nunc nella sceneggiatura della prossima serie de Il bello delle donne. Losito, pensaci tu. 

TUTTI PAZZI PER ANGELINA. Dopo una puntata, è già un personaggio. Alessandra Angeli, detta Angelina, sulla carta era una dei concorrenti più interessanti e tale si è confermata. La make up artist, che con l'imprenditrice calabrese Antonella Ventura forma la coppia delle Cattive (che poi così cattive non sono mai, tanto per citare la Bertè), non si fa mancare nulla: nonostante la fisicità imponente affronta tutte le prove - compresa la difficile salita sul tetto di un bus con tanto di spinta sul sedere da parte del coreografo Corrado Giordani - strappa passaggi ("crepa!", urla indispettita quando le macchine non si fermano) e punta al traguardo finale con la fierezza di una virago. Epico l'arrivo ad un tempio buddista, tra le scimmie inferocite: loro puntano alle banane, lei le allontana con smorfie e versi che nemmeno dovesse allontanare un borseggiatore sulla metro. Adorabile ferocia.

UBERTO L'URTICANTE. Aridatece la Marchesa d'Aragona. Non è tanto l'aristocrat Sofia Odescalchi ad indispettire, quanto l'amico Uberto Marchesi, degno erede degli urticanti fratelli Cinquetti visti lo scorso anno. Non a caso riescono a battibeccare subito con le Cattive, poi vengono ridimensionati da una pungente Alessandra Celentano. Ma la vera punzione è l’handicap che gli assegnano i Fratelli (il rapper Clementino e Paolo Maccaro): fino al traguardo devono infatti viaggiare portandosi dietro una capra, ribattezzata Cordelia, per poi donarla a un bambino di una comunità agricola. "Uberto, sembri una contadina nata", sottolinea Costantino. Sipario, sigla. 

I COREOGRAFI. La concorrente più lamentosa è Alessandra Celentano. “Ho caldo, ho sete, sono stanca”, ripete come un mantra aspettando per ore sotto il sole un passaggio che non arriva. L’inizio è drammatico, poi lei e il collega Corrado Giordani - pacato, mai sopra le righe, ironico quanto basta - al primo tentativo trovano un posto dove dormire. Il recupero è clamoroso e vincono persino la prima tappa. Al traguardo, rischiano l'eliminazione le Cougar e le Immigrate (a proposito, ma quanto urlano Romina Giamminelli e Mariana Rodriguez?), salvi invece gli adorabili Sposini, La Pina e Emiliano Pepe. I Coreografi eliminano le Immigrate - "non c'è stato particolare feeling con loro", spiega la Celentano - salvate però in extremis dalla busta nera. Stasera si bissa.

© Riproduzione Riservata

Commenti