Pechino Express 2, vincono Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni

Seconde Ariadna Romero e Francesca Fioretti, terzi Laura Caratelli e Daniel Mendoza

Francesco Canino

-

Sono gli sportivi Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni i vincitori della seconda edizione di Pechino Express, incoronati ieri sera da Costantino della Gherardesca dopo ottomila chilometri tra autostop tentati e riusciti, notti insonni a casa di sconosciuti e prove estreme. Al secondo posto si piazzano le modelle Francesca Fioretti e Ariadna Romero, terzi invece Laura Caratelli e Daniel Moreno Mendoza.

LA PROVA CORAGGIO TRA LE TIGRI. La prima prova dell’ultima puntata consisteva nel raccogliere 25 manghi e 5 cocchi, salire su una canoa e andare a venderli al mercato della frutta. I più svelti sono stati i laureati, cui è toccata subito la prova coraggio: in una riserva naturale dove vivono le tigri della Thailandia, dovevano estrarre delle palline che contevano un bonus pari al numero di chilometri che potevano percorrere in macchina fino a Bangkok. Scena delle meraviglie, Daniel che urla isterico con cadenza alla Belén: “Escussame Laura, ma questo è pericolosso”.

LA CRISI ISTERICA DI ARIADNA. Al mercato cinese di Bangkok, le tre coppie finaliste si trovano poi ad affrontare ‘i sette mostri’, cioè una ruota che contiene sette tipi di insetti fritti. Tutti ingoiano larve e bagarozzi vari con lo stesso spirito con un raffinato critico gastronomico assaggerebbe i Mars in pastella proposti da Benedetta Parodi (ricetta che la conduttrice ha cucinato davvero!), ma  Ariadna Romero incappa nello scorpione ed esplode in una crisi isterica: a quel punto è netta la sensazione che se solo avesse potuto, la Fioretti l’avrebbe riempita di schiaffoni (per farla riprendere). Stracult Daniel - “Se torno a Bangkok ci vado di nuovo al mercato: m’è rimasta la voglia di scorpione fritto” - ma purtroppo l’amore per il fritto all’orientale non basta: i laureati arrivano terzi e la loro avventura finisce. “Daniel, io ti considero il mio erede: anch’io sono arrivato terzo e anch’io sono caduto nelle feci degli elefanti”, lo incorona Costantino. Bravi i laureati: partiti decisamente male, dopo aver rischiato più volte l’eliminazione si sono ripresi inanellando buoni risultati e dimostrandosi tra i più simpatici del cast: unico passo falso, quando hanno eliminato i ‘Ciavarri’ salvando i ‘figli di’. Nel complesso, ottima prova.

‘RAPIMENTI’ E MASSAGGI. Dopo la notte a Bangkok, modelle e sportivi si sfidano per la vittoria. La prima prova da affrontare per il vantaggio si svolge in una stazione: le due coppie devono ricomporre un numero in thai, trovando i diversi pezzi impressi sulle valigie di alcuni finti viaggiatori. Francesca Fioretti, presa dalla foga, trascina di peso una donna convinta che sia una delle comparse assoldate dalla produzione: peccato che si trattasse solo di un’ignara predicatrice evangelista di passaggio. "Il rapimento non è previsto nel regolamento", le dice Costantino trattenendo a stento le risate. Le modelle comunque vincono e corrono nella scuola di massaggi: qui devono lavare i piedi a sette persone di sette nazionalità diverse. “My friend run”, ripete come un disco rotto e ad un volume spropositato la Fioretti: roba da rimpiangere la Marchesa d’Aragona e il suo “I’m royal family”, insomma. 

PRIMA DEL TRAGUARDO, IL KARAOKE. A questo punto il montaggio – veramente eccelso – confonde e non permette più di capire quale delle due coppie sia in vantaggio (da sottolineare che nel pomeriggio, sul web, qualche furbone aveva spoilerato la vittoria degli sportivi anticipando un’intervista a Sorrisi in uscita oggi). Poi giunge il momento della prova karaoke: un gruppo di ragazzi thailandesi doveva cantare una serie di brani italiani e i concorrenti indovinarli. “Questo è Ti amo di Tozzi”, urla Maddaloni (era Quella sua maglietta fina di Baglioni). “All’alba arriverò…”, sbraita la Fioretti (al massimo ‘All’alba vincerò…’ dal Nessun dorma del Turandot: Puccini, perdonala!). Finita la prova canterina, le coppie dovevano riuscire comporre un puzzle sul quale era impresso un numero di telefono in caratteri thai, incastrare i pezzi e poi farsi tradurre i numeri. Dall'altra parte delle cornetta c'erano i parenti delle due coppie finaliste: durante la telefonata intercontinentale, con conseguente commozione e inevitabili lacrimoni, genitori e fidanzati hanno svelato quale fosse il traguardo finale.

OBIETTIVO RAGGIUNTO.  Al più grande tempio buddista di Bangkok arrivano per primi Rosolino e Maddaloni, solo seconde le modelle che però hanno affrontato il gioco in maniera impeccabile (a parte il tono di voce spesso oscillante tra Marina Ripa di Meana e Aida Yespica mentre litiga con la Elia), dimostrando grande sensibilità ed empatia. Meritata la vittoria degli sportivi, anche se il vero colpo di scena sarebbe stato il primo posto dei laureati. Da citare Alessandra Sensini, che ha dovuto lasciare per un problema ad un piede ed è stata sostituita in corda da Maddaloni. Gli olimpionici incassano 20 mila euro e li destinano ad un’associazione di beneficenza che si occupa dell’educazione dei bambini nel sud est asiatico. Assoluto Costantino della Gherdesca – che a nessuno venga in mente di far tornare alla conduzione di Pechino Emanuele Filiberto di Savoia, come ipotizzato nei giorni scorsi – ottima la produzione di Magnolia, il montaggio e il racconto. Unica pezza, i continui spostamenti in palinsesto che non hanno aiutano la fidelizzazione dello spettatore. 

© Riproduzione Riservata

Commenti