Televisione

Paola Perego: "Vi racconto i miei tre prossimi progetti tivù"

Ad affiancarla nella prossima Domenica In, il giornalista Salvo Sottile

Paola Perego alla presentazione di Palinsesti Rai

Francesco Canino

-

Sarà un’estate di lavoro quella che attende Paola Perego. In queste settimane è infatti impegnata con le registrazioni de Il dono - la nuova scommessa di Rai Uno sul fronte dell’emotainment, che condurrà in coppia con Marco Liorni – e nella preparazione della nuova stagione di Domenica In: archiviata un’annata appannata al fianco di Pino Insegno, da ottobre si cambia totalmente registro con l’arrivo di Maurizio Costanzo in veste di capo progetto e di Salvo Sottile come co-conduttore. Ma non è tutto, perché in programma c’è anche la terza serie di Così lontani così vicini, al fianco di Al Bano Carrisi, programma di grande successo della rete ammiraglia. Una Rai 1 tendenza Perego, insomma. A margine dlela presentazione dei Palinsesti Rai, la conduttrice ha raccontato a Panorama.it tutte le novità della prossima stagione.

Paola, partiamo dalla novità della prossima stagione ovvero Il dono, che condurrai in coppia con Marco Liorni. Di che si tratta?

È un programma che punta sulle emozioni, sulle vite, sulle storie delle persone. È itinerante e senza studio dunque andremo ad incontrare i protagonisti delle storie, cioè persone che devono chiedere perdono o ringraziare qualcuno che ha fatto qualcosa di importante per loro, e che negli anni non hanno avuto l’opportunità di incontrarsi.

Ci sono molte assonanze con Così lontani così vicino o è solo un’impressione?

In molto l’hanno scritto senza neppure averlo visto. Lo ricorda perché non c’è lo studio ed è itinerante. Però Così lontani così vicini è incentrato nello specifico su persone che sono state adottate e che cercano la loro famiglia di origine. Questa è tutt’altra cosa perché ci sono le storie più disparate di persone che vogliono chiedere scusa o dire grazie.

State già girando in questi giorni alcune puntate: quali sono le tue prime impressioni?

La considero un’esperienza di vita, perché incontriamo persone che alle spalle hanno delle storie e delle vite straordinarie.

Oltre a Il Dono sarai impegnata con Domenica In e poi con Così lontani così vicini: come farai a conciliare tutti gli impegni?

Ora stiamo registrando Il Dono e non so se finiremo prima di agosto. Così lontani così vicini riprenderemo a registrarlo in contemporanea con Domenica In dunque ce la posso fare (dice ridendo).

A proposito di Così lontani così vicini, confermi che ci sarai? Alla presentazione dei palinsesti Rai si è parlato di partner di Al Bano ancora da definire…

Ci sono già tre puntate registrate dunque in quelle ci sono di sicuro: poi se mi cambieranno dopo non ne ho idea. Quelle tre puntate di sicuro andranno in onda.

Dopo una stagione un po’ difficile, a Domenica In arriva come capo progetto Maurizio Costanzo. Che apporto darà al contenitore?

Ci siamo incontrati spesso, io ho preso il suo posto a Buona Domenica quando lui l’ha lasciata ed è una cosa straordinaria lavorare con lui perché da un maestro così s’impara sempre qualcosa. Infatti adoro fare le riunioni con lui. Ci saranno ovviamente dei cambiamenti e ci piacerebbe inserire delle storie di gente che ce la fa, per dare un messaggio di speranza ad un paese in difficoltà: noi siamo servizio pubblico e non dobbiamo mai dimenticarlo.

Al tuo fianco quest’anno ci sarà una new entry inattesa, ovvero Salvo Sottile.

Grande Salvo! È una persona straordinaria. Ci conosciamo, ci frequentiamo con le rispettive famiglie, siamo molto amici. E, infatti, ci stiamo divertendo molto già nella preparazione del programma.

Come giornalista Sottile si è occupato di cronaca nera, lo farà anche a Domenica In?

Con Estate in diretta lui sta già dimostrando di essere in grado di fare sia cronaca che intrattenimento. In realtà vorremo seguire molti momenti unitamente perché ci piace divertirci insieme. Poi se ci saranno degli spazi dedicati alla cronaca, toccheranno a lui perché ha la patente per farlo.

Tu ti concentrerai di più sull’aspetto dello spettacolo. Uno dei problemi delle ultime edizioni di Domenica In è stata la ristrettezza dei budget: avrete più risorse a disposizione quest’anno?

Me lo chiedo anch’io. Anche se penso che oggi c’è una televisione nuova che si può fare senza i soliti personaggi che poi dicono sempre le stesse cose. Se si riesce a trovare un’idea che ha per protagonista la gente comune, in questo momento forse si è vincenti. Ci stiamo lavorando.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Palinsesti Rai: Conti bis a Sanremo, show della Pausini e la Gialappa's a Rai 2

Torna Il processo del lunedì. Rischiatutto con Fazio, nuovo show per la Balivo

Carlo Conti: "Torno a Sanremo nel 2016 e festeggio i miei trent'anni in Rai"

Il conduttore sarà impegnato anche con L'Eredità e Tale e Quale Show

Fiction Rai, tutte le novità della stagione 2015/2016 tra serie e film tv

In arrivo due titoli forti come Braccialetti Rossi 3, Il giovane Montalbano 2

Commenti