Barale 2
Televisione

Paola Barale: "Lavoro ad una nuova serie tv"

La puntata pilota di Canciones è stata girata in Argentina

Dopo un periodo di assenza dal piccolo schermo, Paola Barale è pronta a tornare in scena. In ballo ci sono diversi progetti ed è stata lei stessa a raccontarne alcuni nel corso di un'intervista concessa a Silvia Toffanin, nel salotto di Verissimo. In attesa di nuove proposte televisiv, la conduttrice ha appena finito di girare il numero zero di una serie tv di cui è anche coproduttrice. “Sono molto serena, è un bel periodo: ci sono molte cose che bollono in pentola”, ha raccontato. 

Canciones, la nuova serie

“Ho girato la puntata pilota di una serie tv che s’intitola Canciones”, ha svelato Paola Barale. Il pilot è stato girato in Argentina ed è coprodotto dalla conduttrice fossanese e dall’amica Francesca Chiappetta. “Parla di storie d’amore disastrose. Sono molto soddisfatta di questa cosa. Non so parlare lo spagnolo e per questo ho studiato con una persona di madrelingua: ho analizzato il copione e l’ho imparato a memoria”. La puntata pilota è piaciuta e la fiction è in fase di acquisto da parte della tivù pubblica argentina: “Nel progetto è coinvolto anche Leoanardo Sbaraglia, un attore molto famoso in Argentina, e speriamo di venderla anche in Spagna”.

L’addio a Buona Domenica

Pungolata da Silvia Toffanin, la conduttrice è tornata a parlare anche del chiacchierato addio a Buona Domenica, all’apice del successo. “In realtà non è stata una scelta controtendenza. Era la voglia dopo cinque anni di cambiare: i concorrenti dei reality avevano sempre più spazio e poco per volta andava scomparendo il mio ruolo”, ha spiegato. La Barale ha poi ammesso che le erano stati prospettati altri progetti che però non si sono mai realizzati: “Il mio è stato un atto coraggioso ma ho smesso anche perché volevo provare a fare altro, cose lavorative che poi non sono arrivate”.

La maternità

A Silvia Toffanin ha poi confidato anche di non essere mamma per scelta. “Forse un po’ per mancanza di coraggio, per quanto mi piacciano i bambini e giocare con loro. Ma forse sarei troppo apprensiva, se avessi un bambino credo che non riuscirei più a vivere così tranquillamente come ora - ha spiegato - La mia è una scelta di vita: non è un mio desiderio primario, neanche per Raz (Degan, il suo compagno, ndr): in tredici anni ne abbiamo parlato e posso dire che l’idea di un figlio potrebbe piacere più a lui che a me”.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti