Palinsesti Rai: rete per rete le novità, le conferme e i grandi esclusi

Dal talent sui nuovi scrittori a quello che cerca comici. Oltre alle conferme, non mancano le novità - Fazio, Benigni, Insinna...

Paola Perego

Paola Perego approda da settembre al timone de La vita in diretta al fianco di Franco Di Mare – Credits: (Ansa)

Francesco Canino

-

Molte conferme, qualche novità e poche sorprese. La ‘Rai che vedrai’ punta soprattutto sull'usato sicuro e sui volti storici, ma non rinuncia a sperimentare nuovi format. È stato presentato ieri pomeriggio il nuovo palinsesto autunnale, presenti il dg Luigi Gubitosi, il suo vice Antonio Marano - notevole la vis da intrattenitore sfoggiata durante l'incontro con gli inserzionisti - i tre direttori di rete oltre all'Amministratore delegato di Rai Pubblicità, Lorenza Lei, e il dg Fabrizio Piscopo. I piatti forti? Sanremo e i grandi eventi, ovviamente. Ma non mancano esordi, curiosità e grandi ritorni. Rete per rete, ecco cosa vedremo.

TORNA PAOLA PEREGO. Il ritorno più clamoroso per Rai Uno, è quello di Flavio Insinna alla conduzione di Affari tuoi. Tanti saluti al caro Max Giusti, che sconta forse il flop in prima serata di Riusciranno i nostri eroi. Quanto a Insinna, il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone gongola: “È un punto di forza della rete e gli sono grato di aver accettato di tornare”. Capitolo prima serata: rivedremo Tale e quale show (il venerdì) con Carlo Conti, Milly Carlucci con Ballando con le stelle dopo un anno di riposo forzato (il sabato) e Super Brain, con Paola Perego. Per lei si preannuncia una stagione ricca e impegnativa visto che da settembre approderà anche al timone de La vita in diretta con Franco Di Mare: nelle intenzioni della rete, il contenitore si occuperà meno di cronaca e più attualità e spettacolo. Mara Venier si riappropria invece di Domenica In, suo salotto per eccellenza, dove celebrerà i 60 anni della tivù. Tre le novità del prime time: C-Factor, titolo provvisorio di un talent show sui comici - con Carlo Conti forse in giuria; Ritorno da me (due personaggi a puntata che viaggeranno raccontando i loro luoghi della memoria) e Mission, con otto celebrities che vivranno per quindici giorni con i volontari di un campo profughi in giro per il mondo. Tra le star coinvolte, ci dovrebbe essere anche Elisabetta Canalis ma Leone non conferma. “Per ragioni di sicurezza non possiamo dire molto su questo show dalle finalità umanitarie nè dove sarà registrato”, dice. Tra i confermatissimi, Antonella Clerici alla Prova del Cuoco, Veronica Maya con Verdetto Finale e la pletora di Uno Mattina (più segmentata di così, non si può). Il sogno nel cassetto di Leone? Realizzare uno show con Jovanotti, che di recente ha espresso il desiderio di un programma-evento in Rai con grandi ospiti. “Rai Uno ha le porte aperte per Jovanotti e il mio auspicio è che si concretizzi”.

FUORI LA CABELLO, DENTRO SAVINO. Il volto di punta di Rai Due sarà invece Nicola Savino, nuovo conduttore di Quelli che il calcio – “Il calcio torna ad essere centrale ma ci saranno incursioni anche in altri sport” ha rivelato il direttore di Rai Due Angelo Teodoli – e il giovedì sera del game show Un minuto per vincere. Orfana della domenica pomeriggio, Victoria Cabello si prende qualche mese di pausa ma potrebbe tornare in video già nei primi mesi del 2014, c’è chi dice per la conduzione di The Voice. Magari! Premiata con la riconferma Caterina Balivo, che da settembre torna con il suo Detto Fatto: la conduttrice si è guadagnata i galloni sul campo, riportando al 10% di share la fascia assai acciaccata del pomeriggio. Sarà invece Costantino della Gherardesca a condurre la seconda edizione di Pechino Express – registrato nelle scorse settimane in Laos, Cambogia e Thailandia. Quanto ai volti nuovi, approda da La7 sulla seconda rete Nicola Porro: dal 3 luglio condurrà Virus, presidiando la serata del mercoledì. “Si tratta di un docu-talk che mescola inchiesta e talk, puntando molto sull’interattività” ha spiegato Teodoli. Rai Due testerà nelle prossime settimane alcuni numeri zero: Legend, con storie di persone comuni trasformate in leggenda; Il verificatore, magazine girato in soggettiva a caccia di notizie “bufala”; Facciamo pace, con Niccolò Torrielli, ed infine un reality show interamente scritto – come se fosse una fiction – girato in un faro e condotto da Jane Alexander. “Puntiamo molto sulla crossmedialità, con la cosiddetta tivù a doppio schermo cioè con tweet live, web room e la possibilità di scaricare materiali aggiuntivi” ha sottolineato Teodoli, che punta molto sulla nuova identità di Rai Due. Oltre alla serialità americana – da Ncis a Criminal Mind – in arrivo anche le web fiction tutte italiane: in estate vedremo Ombrelloni, alle 21 dopo il Tg2, e dal 9 settembre Una mamma imperfetta, scritta da Ivan Cotroneo. “Oltre alle 25 puntate che vanno in onda sul sito del Corriere, pensiamo di produrne altre 25” svela il direttore di rete.

CERTEZZE E NOVITA’ PER RAI TRE. Interessante e curioso il palinsesto ideato da Andrea Vianello per Rai Tre. “La terza rete ha un’identità molto precisa, che rispettiamo, ma vogliamo anche provare a fare qualche cambiamento” ha detto. Oltre a Che tempo che fa, che la domenica si allunga fino alle 22 e 30, restano Report e Presa diretta (il lunedì), Ballarò (il martedì) e Ulisse (il sabato). Il giovedì sera si punta invece sulle serie americane – Scandal e The news room – mentre nel day time torna un brand storico della rete: si tratta di Mi manda Rai Tre, dal lunedì al venerdì la mattina, condotto dalla brava Elsa Di Gati. Tra le conferme anche Geo, Alle falde del Kilimangiaro – da quest’anno in diretta dal centro di produzione di Napoli - Sostiene Bollani (la domenica dopo Fazio) e la mattina Agorà con Gerardo Greco. Torna poi Gazebo, condotto da Diego Bianchi in arte Zoro: la striscia innovativa diventata subito cult, dopo il successo della prima edizione, si allunga nella seconda serata dal martedì al giovedì. Due gli approdi dalla carta stampata: Antonio Polito, alla conduzione di Maracanà, il calcio raccontato dalle persone comuni, e poi Concita De Gregorio al posto di Corrado Augias, che dopo dieci anni lascia Le Storie (appuntamento imperdibile per gli appassionati di libri). Ma la novità più bella e attesa è sicuramente Masterpiece, il talent che si mette a caccia di nuovi scrittori. “Cerchiamo autori esordienti che hanno un romanzo nel cassetto – ha spiegato Andrea Vianello – Stiamo individuando i possibili giurati, tutti scrittori importanti, e stilando un regolamento fermo e serio: si sfideranno in sei e speriamo di lanciare un grande best-seller”.

CAPITOLO FICTION. Tra lunga serialità, mini serie e tv movie ce n’è per tutti i gusti. Si va da Un matrimonio, la prima fiction televisiva di Pupi Avati, ai titoli storici come Don Matteo 9, Provaci ancora prof 5 – con Veronica Pivetti Un caso di coscienza 5 e Una Grande famiglia 2 che tenterà di bissare i grandi ascolti della prima edizione. Tra le mini serie, da segnalare Adriano Olivetti - La forza di un sogno, con Luca Zingaretti, Anna Karenina (interpretata da Vittoria Puccini) e Casa e bottega con l’inedita coppia Renato Pozzetto-Nino Frassica. Il campione di ascolti delle fiction Beppe Fiorello lo vedremo invece ne L’oro di Scampia, mentre Diego Abatantuono esordisce nella fiction Rai con L’assalto, diretto da Ricky Tognazzi

© Riproduzione Riservata

Commenti