Palinsesti La7: nuovi arrivi e tanta attualità. Fuori Lerner e Parodi

Cairo annuncia cinque produzioni settimanali per la prima serata. Chiude In onda e non ci sarà Lerner

Urbano cairo

Urbano Cairo ha presentato questa mattina alla stampa le novità di La7 per la prossima stagione tivù – Credits: (Ansa)

Francesco Canino

-

Poche novità, tante certezze e qualche addio illustre. Il palinsesto autunnale di La7 è stato presentato questa mattina a Milano dal patron Urbano Cairo, che in questi giorni si è distinto per una campagna acquisti assai interessante. Dentro la premiata ditta Paragone&Sottile, fuori Benedetta Parodi e Gad Lerner. La rete punterà molto su news, politica e cronaca e farà a meno dei programmi ammazza share. Ma vediamo le principali novità.

MATTINO PIENO, POMERIGGIO VUOTO. Confermati tutti i programmi del mattino, da Omnibus a Coffee Break con la brava Tiziana Panella, o ovviamente Myrta Merlino che con il suo L’aria che tira: visti gli ascolti in netta crescita, la giornalista si allunga fino alle 13 e 30 facendo da traino al tiggì. Dopo l’esperimento fallimentare (in termini di ascolti) del Cristina Parodi Live, il pomeriggio non avrà nuove produzioni. Cairo però ha annunciato di lavorare a nuovi progetti per il segmento pomeridiano: “Ho un paio di idee, lavoriamo su tre cose che potrebbero essere belle e d’impatto ma per ora non posso dire di più”.

CINQUE BIG IN PRIMA SERATA. Si ricomincia il 9 settembre con Corrado Formigli, sempre di lunedì sera con Piazza Pulita. Confermati anche Michele Santoro e Anno Zero il giovedì sera – “sono davvero onorato che Santoro abbia deciso di rimanere con noi: avere Santoro è molto positivo e importante” ha detto Cairo – e il venerdì Maurizio Crozza. Altre due prime serate saranno affidate alle new entry Salvo Sottile e Gianluigi Paragone. Quanto a Sottile, Cairo ha le idee chiare: “Vogliamo aumentare il pubblico femminile, in quest’ottica Sottile potrebbe darci una grossa mano perché Quarto Grado su Rete 4 aveva un 70% di pubblico femminile”. Confermatissima Lilli Gruber, al timone di Otto e mezzo che si allunga fino al sabato, Daria Bignardi dal 2014 ed Enrico Mentana con dieci serate nel corso dell’anno per approfondire i temi dell’attualità: per lui previsti Bersaglio Mobile, Faccia a Faccia e gli speciali sui film.

I GRANDI ASSENTI. Via da La7 Benedetta Parodi, il cui contratto in scadenza non è stato rinnovato, che approderà ai lidi di Real Time con due nuovi programmi. Quanto a Cristina Parodi, Cairo ha confermato di stare pensando ad un nuovo programma tagliato su misura per lei “in cui possa esprimersi al meglio come non è successo nel Cristina Parodi Live”. A sorpresa, non ci sarà neppure Gad Lerner che nei mesi scorsi aveva espresso il desiderio di prendersi una pausa dal piccolo schermo. Per ora si dedicherà alla guida editoriale di LaEffe –la tivù di Feltrinelli, di cui La7 detiene il 20% - e Cairo ha lasciato le porte aperte per un suo possibile ritorno: “Gad è un grande innovatore e credo che anche lui senta l’esigenza di tornare in tivvù con un Infedele 2.0”. Cairo abbassa le saracinesche su In Onda: “Era un programma che non faceva ascolti così rilevanti, quindi non è che io vi sia particolarmente affezionato”. Il patron ha poi smentito contatti per riportare sulla sua rete Victoria Cabello.

© Riproduzione Riservata

Commenti