SKY:MOCKRIDGE ALL'ATTACCO, DA OFFERTA A INTERCETTAZIONI
Televisione

Nasce la nuova Sky, un colosso da 20 milioni di abbonati

L'obiettivo è portare benefici ai clienti ma anche ai creatori di contenuti

È nata la nuova Sky. È stata infatti completata l'acquisizione di Sky Italia e di una partecipazione di maggioranza in Sky Deutschland da parte di BSkyB, la divisione inglese della società. Nasce così un gruppo da 20 milioni di clienti in cinque paesi – ovvero Italia, Germania, Austria, Regno Unito e Irlanda - 31.000 dipendenti e un budget per la programmazione di 5,7 miliardi di euro. 

Cosa cambia per gli abbonati italiani? 

La fusione porterà Sky ad avere 20 milioni di clienti in cinque paesi europei. Numeri record, senza dubbio, che potranno crescere ulteriorimente: secondo le analisi condotte, ci sono infatti almeno 60 milioni le famiglie che ancora non hanno sottoscritto un abbonamento alla pay tv nei mercati europei in cui Sky opera. "Ci sono concrete opportunità per lanciare nuovi servizi e portare nuovi prodotti a un numero sempre maggiore di clienti", ammette la nuova società. Per gli abbonati italiani cosa cambia? Per quanto riguarda show, eventi live e fiction, secondo i rumors saranno intensificate le lavorazioni che potranno essere viste contemporaneamente in tutti i Paesi dove Sky è presente. Discorso diverso, almeno per i primi anni, per gli eventi calcistici degli altri paesi: l’assegnazione dei diritti per la trasmissione di eventi sportivi è infatti effettuata per lo più su base nazionale. 

La spinta alle nuove produzioni

Sky punta a diventare "gruppo leader dell'intrattenimento in Europa e principale investitore in contenuti televisivi", come sottolinea in una nota la società. Sul piatto ci sono infatti oltre 5,7 miliardi di euro per la programmazione da investire nelle produzioni televisivi, con grossi benefici anche per la fiction italiana. Sky Italia sta producendo una serie in otto puntate diretta dal premio Oscar Paolo Sorrentino, dal titolo The young Pope, e una su Diabolik: l'ambizione è quella di trasformare queste due fiction in prodotti esportabili, sulla scia del clamoro boom di Gomorra, serie venduta in 40 paesi al mondo. Altro aspetto non secondario, la spinta che l'operazione avrà sul combinato tv-telefono-internet: l'obiettivo è quello di portare nelle case sempre più contenuti attraverso la banda larga. In Italia, Sky ha già stretto un accordo con Fastweb e Telecom e presto anche Mediaset potrebbe allearsi per portare la sua pay tv - Mediaset Premium - sulle linee Telecom.




© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti