Televisione

Morto Antonio Polese, "Il Boss delle Cerimonie"

Protagonista della serie Tv su Real Time, è scomparso per uno scompenso cardiaco a 80 anni

boss_cerimonie_morto
 

Antonio Polese, noto in tivù come Il boss delle cerimonie per la serie cult in onda su Real Time, è morto per uno scompenso cardiaco dopo essere stato ricoverato nella serata di ieri nella clinica Pineta Grande. La notizia del decesso è stata confermata dai familiari. 

Addio al Boss delle cerimonie
Don Antonio, così era soprannominato da amici e collaboratori, era il titolare del ristorante La Sonrisa di Sant'Antonio Abate, in provincia di Napoli, dov'era ambientata la serie tv che l'ha reso famoso al grande pubblico: il "castello", come lo chiamava lui, era il set di sfarzose feste nuziali e cerimonie di prima comunione e cresime con celebrazioni ad alto tasso di eccessi, tra banchetti pantagruelici, abiti sfarzosi e cantanti neomelodici. Già lo scorso ottobre era stato ricoverato in ospedale per problemi al cuore, poi le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate ed è deceduto questa mattina.

“Oggi abbiamo perso un amico e un uomo di grande generosità. Grazie alla sua forza e al suo carisma, Don Antonio è riuscito a portare in Italia in modo unico e irripetibile il genere televisivo del ‘family business’. Il nostro Boss delle Cerimonie ha avuto la capacità di arrivare a tutti e di generare un’affezione immediata con il suo grande pubblico”, ha scritto in una nota Laura Carafoli, SVP Programming & Content Discovery Italia. In ricordo di Don Antonio, Real Time ha deciso di mandare in onda venerdì 2 dicembre dalle ore 14.50 una maratona de Il Boss delle cerimonie.

Dal successo in tv ai problemi 
Con Il boss delle cerimonie Antonio Polese ha portato in tivù uno spaccato del sud Italia, tra folklore sopra le righe e matrimoni esagerati, che in breve tempo sono diventati un fenomeno sociologico e televisivo. Don Antonio si era progressivamente imposto come personaggio amatissimo in maniera trasversale - acclamato anche sui social, dove si ironizzava spesso sui suoi strafalcioni grammaticali - tanto di diventare lui stesso l'ospite d'onore a La Sonrisa.

Ma gli ultimi mesi sono stati parecchio difficili per lui e la famiglia: agli inizi di novembre, infatti, il Tribunale di Torre Annunziata (Napoli) ha confiscato il complesso Sonrisa e condannato a un anno di reclusione la moglie e il fratello di Polese, ritenuti responsabili di una lottizzazione abusiva che risalirebbe, secondo gli inquirenti, al periodo 1979-2011. Il giudice ha anche disposto che il Comune di Sant'Antonio Abate acquisisca la struttura che comprende un albergo 5 stelle e un ristorante.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La Quinceañera: su Real Time il rito delle teenager latino americane

Le telecamere raccontano l’evento da favola che ogni ragazzina sudamericana sogna per i suoi quindici anni

Palinsesti Discovery 2016/2017: tutte le novità di Real Time e del canale Nove

In partenza Top Chef, Ninja Warriors e un docu-musical sui neomelodici

Benji & Fede a Miami: 5 cose da sapere sullo speciale di Real Time

Il programma racconterà il viaggio dei cantanti ai Billboard Latin Music Awards

Commenti