MasterChef: esce Daiana ma sul web si parla (male) solo dell'avvocato Tiziana

A casa la casalinga toscana nella puntata in cui l'avvocato ha dato il peggio di sè

Lo chef Bruno Barbieri cucina con Daiana e Ivan durante il duello finale (Credits: Ufficio Stampa)

Barbara Pepi

-

La finale si avvicina, sono rimasti solo in cinque a contendersi il grembiule di secondo MasterChef Italia. In una puntata esplosiva esce la casalinga Daiana, sconfitta al duello finale da Ivan nel difficile compito di cucinare insieme allo chef Bruno Barbieri uno dei suoi piatti: il rollè di branzino con scampi in foglia di lattuga su guazzetto di vongole e olive taggiasche.

"E' stata una grande emozione vedere cucinare Barbieri davanti agli occhi - confessa Daiana - Quella è stata l'esperienza più bella di tutte. E'  stato un onore cucinare con lui e con onore sono uscita con un suo piatto."

LA PASSIONE VINCE SULLA STRATEGIA - E' stata, però, soprattutto la serata della pancia che vince sulla tattica quella di giovedì 7 febbraio. "La cucina è passione, non è strategia e polemica" ha dichiarato il giudice Bastianich chiudendo il pietoso capitolo di quello che Twitter ha ribattezzato il #gamberettigate

PER UN PUGNO DI SCHIE - Ospite della serata è stata la chef Paola Budel che ha presentato tre piatti. A sceglierne uno da proporre ai rivali toccava all'avvocato Tiziana, vincitrice della MisteryBox a base di piccione ("Una carne rossa poco usata nella cucine normali, ma molto diffusa nella gastronomia ad altissimo livello").

Il pennuto ha messo in difficoltà molti concorrenti e ha sancito la supremazia dell'avvocato romano. Tra le proposte della chef Budel per l'Invention Test c'era una 'crema di fagioli con ciccioli di soppressa acidulati, schie e ditalini di farro'. La difficoltà della prova stava anche nel riconoscere le diverse cotture degli ingredienti.

I 'trucchi del mestiere' erano stati rivelati solo a Tiziana che ha visto bene di rendere la vita difficile agli altri sviando la corretta via di cottura delle schie, piccoli gamberetti molto usati nella cucina lagunare. Dopo averli fritti con un colpo di coda ha infilato una piccola teglia al forno con i minuscoli crostacei lasciando agli altri credere che la frittura fosse la giusta modalità di preparazione, quando invece non era così.

Ci sono cascati tutti e l'avvocato si gustava già tronfia la vittoria. A sorpresa però i giudici hanno premiato - nonostante i gamberi fritti - Maurizio perchè ci ha messo più cuore e più anima. Secondo Paola, la casalinga milanese eliminata la settimana scorsa che con l'avvocato ha avuto sempre da dire, il problema di Tiziana è che lei è davvero così. E' convinta
di essere la più bella, la più brava, la migliore. "Quando è entrata  - spiega Paola - pensava si sarebbe trasformata nell'eroina di MasterChef, ma non ha rispetto degli altri. Lei è molto furba, è lì solo per vincere e non le interessa altro. Che poi lei fa tanto l'avvocatone e anche se vincesse sarebbe solo un trofeo da appendersi in camera. Vuoi mettere con un Andrea? Lui sogna di diventare Chef veramente"

ANTROPOLOGIA DELLA STREGA CATTIVA. "Tiziana -continua Paola che da quando è uscita da MasterChef si sta trasformando nel sagace grillo parlante dei dietro alle quinte della trasmissione - è un personaggio bi-dimensionale. E'  come la strega di Biancaneve, deve essere fatta fuori. Il problema è che dall'inizio tutti l'hanno sottovalutata non considerandola un personaggio pericoloso e questo è stato un errore perchè lei si è fatta strada ed è arrivata fini qui. Lei poi parlava dietro a tutti, anche a me. Ma a me non importa. Sai quante volte mi è capitato nella vita... Certo l'ultima volta è stata in prima media, ma questo è un altro discorso. Tiziana utizza mezzucci, come nel caso dell'oilgate, quando aggiunse ad un piatto l'olio a tempo già scaduto. Se ne è parlato per settimane non tanto per il gesto in sè, quanto piuttosto perchè con il suo modo di fare lei assurge a metafora dell'italietta che con lo stratagemma va avanti e resta impunita."

TUTTI PAZZI PER IVAN - A finire dritto al duello finale è stato, invece, Ivan, che preso dall'emozione è andato completamente in panico e ha presentato un piatto inguardabile chiedendo ai giudici di non assaggiarlo. Lezione di stile da parte dello chef Barbieri che ad Ivan ha detto: "Ogni piatto va rispettato. Si può sbagliare, ma dietro c'è del lavoro e dell'impegno che si deve onorare". In realtà la sua pietanza era del tutto errata e prima di dargli ancora l'opportunità della sfida finale chef Cracco gli ha detto: "Cuore e passione sono alla base di una grande carriera, sono sicuro che ti troverò presto in una grande cucina".

ESTERNA IN PUNTA DI PENNA- Cuore e passione appunto. Quelli che paiono mancare all'avvocato Tiziana che anche nella prova in esterna ha cercato di circuire i giornalisti Davide Paolini, Allan Bay e Marco Bolasco chiamati ad assaggiare i piatti presentando una grigliata di pesce 'furba' messa insieme perchè non era riuscita a portare a termine quello che aveva in mente. Nella cornice della piazzetta di Portofino i cinque reduci di MasterChef dovevano cucinare dell'ottimo pesce appena pescato e far assaggiare i propri piatti alle tre penne più intransigenti del paese. Obiettivo centrato per Andrea che ha vinto con dei maltagliati freschi con ragù di pesce. Gli altri tutti al Pressure Test "Anche in questo caso - ha commentato ancora Paola - l'avvocato ha mostrato la sua vera natura. A lei interessa solo vincere ed è disposta ad usare tutti i mezzi a sua disposizione per farlo.

SBATTUTI COME MAIONESE - Il Pressure Test ha messo alla prova i concorrenti con la realizzazione dell'insalata russa. Va via facile Maurizio, salva Tiziana, e la peggiore tra Marika e Daiana è risultata essere la casalinga toscana che poi avrà la peggio su Ivan. "Io comunque - chiosa Paola - se dovessi scegliere se andare a mangiare il piccione dell'avvocato o il caciucco di Daiana andrei da Daiana. Secondo me si mangia meglio a casa sua!"

DAIANA, LA BUONGUSTAIA DAL CUORE D'ORO - "A casa mia - ci dice proprio Daiana- si alzano tutti soddisfatti e con la pancia piena. Io cucino col cuore, i piatti del cuore. Quelli che ho imparato dalla mia famiglia e che mi porto dietro da una vita". Ma ad una donna che ha passato la vita a prendersi cura dei figli, dei nipoti, dei mariti e dei fidanzati cosa ha lasciato MasterChef? "  Io quando cucino - ci confida - ho bisogno della sostanza. Devo sentire la consistenza dei cibi e dei sapori. Non sono abituata all'alta cucina a questi tipi di cottura raffinati. Come aveva previsto Bastianich a me MasterChef mi è servito per raffinare la mia cucina che però non ha perso la sua natura semplice e genuina". Adesso che la sua avventura è finita Daiana sogna di poter comunque continuare ad occuparsi di gastronomia, magari scrivendo quel libro di ricette che sperava di comporre con la vittoria della trasmissione.

IL QUARTO GIUDICE - Intanto se Cracco, Bastianich e Barbieri restano i burattinai delle sorti dei concorrenti, Twitter si scatena tenendo #Masterchefit e #Tiziana tra i top trends fino a pomeriggio di venerdì inoltrato. L'avvocato, in particolare, è il bersaglio preferito della community che non risparmia ironia e sarcasmo: "#Tiziana con la stessa espressione del piccione della misterybox nello scoprire che è stata battuta da Maurizio" "Tiziana non si vince così. Con l'inganno non si chiamano vittorie ma bastardate" "L'avvocato ha un filo di perle o sono uova di piccione".

Se ancora non c'è un vincitore la community web ha già incoronato il peggiore in assoluto (almeno dal punto di vista umano)

© Riproduzione Riservata

Commenti