Televisione

MasterChef: è tutti contro tutti

Tornano i grandi classici del talent: dalla Mistery con saccheggio alla prova staffetta

Lucia e Laura al duello

Barbara Massaro

-

Qualcuno a MasterChef gioca ancora a carte coperte, ma è tempo che tutti tolgano la maschera e che i possibili candidati al titolo di quinto MasterChef d'Italia si facciano avanti. Pare essere questa la premessa della serata andata in onda giovedì su SkyUno. Per i 12 aspiranti chef, dunque, è stato tempo di mettersi in gioco.

Mistery con furto

Aragosta, trippa, pomodori, miele, finocchio ed altre leccornie. Una Mistery box fin troppo facile quella che si sono trovati davanti i 12 aspiranti chef rimasti in gara. E infatti c'era il trucco: a turno i concorrenti dovevano sottrarre un ingrediente a uno dei compagni. Alida è risultata essere la più saccheggiata (perchè è tra le più forti), privata di ben tre ingredienti. Nonostante il triplice furto, però, la giovane ha creato uno dei tre migliori piatti accanto a quello di un lanciatissimo Mattia e di Maradona al quale nessuno aveva toccato la Mistery. Un errore strategico notevole visto che proprio l'aspirante cuoco libanese è risultato essere il vincitore della prova.

Invention Test alla Corte dei Gonzaga

La scelta del gruppo di non saccheggiare a Maradona alcun ingrediente fornendogli la possibilità di vincere la Mistery è stata pagata a caro prezzo dall'intera brigata.

L'invention test della serata, infatti, era particolarmente ostico. Grazie ad un'idea di chef Cracco i cuochi hanno dovuto preparare il pasticcio di luccio in sfoglia. Un piatto del '500 che veniva servito alla Corte dei Gonzaga, una preparazione lunga e complessa dal sapore antico ed inusuale.

 Cracco, in dispensa, davanti a Maradona ha eseguito una breve lezione di storia di cucina spiegando le regole della difficile preparazione. Pasta brisee ripiena di un doppio strato di luccio, uova di quaglia e resti di pesce amalgamati a tartufo e zafferano.

Un piatto dove di certo due mani non erano sufficienti e infatti la prova prevedeva un lavoro di coppia. A Maradona la possibilità di definire le squadre.

Dopo aver scelto di lavorare con la sempre più brava Alida, Maradona ha deciso di mettere in difficoltà Dario (che, secondo tutti, gioca a carte coperte) facendolo lavorare con Sylvie. Ha poi affiancato a Rubina Andrea; a Laura Lucia; a Mattia Lorenzo e ad Enrica Giovanni.

La prova si è rivelata ostica. Sylvie ha avuto una crisi di pianto, Laura e Lucia sono arrivate in ritardo, Maradona e Alida, nonostante la lezione di Cracco, hanno raggiunto una suffienza risicata e solo Giovanni ed Enrica hanno cucinato un pasticcio di luccio a regola d'arte. La coppia peggiore è stata quella composta da Lucia e Laura mandate subito in duello pre eliminazione. 

10 uomini in barca

Dopo l'esterna nel Motoranch di Valentino Rossi questa volta i dieci aspiranti chef sono stati portati sulle rive del Po dove hanno dovuto cucinare per 25 produttori di delizie locali.

La cena è avvenuta a bordo di una motonave sulla quale i concorrenti hanno trascorso il pomeriggio a cucinare. La novità dell'esterna è stata la scelta del menù. Le due brigate, infatti, dovevano inventarsi un paio di piatti a testa dopo aver fatto la spesa di 20 tra i prodotti più buoni ed esclusivi della zona.

Ai due capitani il compito e la responsabilità di selezionare, due alla volta, i cibi per il menù.

Tra Enrica e Giovanni - capitani in quanto vincitori dell'Invention Test - è stata Enrica colei che ha fatto la spesa più furba abbinando alimenti in grado di trasformarsi in manicaretti da MasterChef.

La brigata di Giovanni, pur essendo partita con elementi più forti (Alida in primis) ha avuto difficoltà nel creare due piatti credibili.

Quella della brigata blu guidata da Enrica è stata, dunque, una vittoria a mani basse che ha costretto i rossi ad un Pressure Test in visu a causa delle mancanze del filosofo Giovanni.

L'ingrediente in più

Prima del Pressure Test, però, in studio si è consumato il duello tra le due Signore di MasterChef: Laura e Lucia. Davanti ai giudici le due donne hanno dovuto cucinare con la lanterna due crepes come fossero in sala al cospetto del cliente seduto al tavolo. Sebbene Laura fosse sempre stata forte con i dolci ad aver la meglio è stata Lucia che ha chiosato: "Io non è che voglio fare la superiore, solo che ritengo che ci sia molta gente inferiore a me".

Un Pressure sin troppo facile quello davanti al quale si sono trovati i grembiuli neri: rana pescatrice, fagiolini, ceci e lardo fornivano ricette di facile preparazione.

Per questo, a turno, ogni cinque minuti, i giudici hanno introdotto un ingrediente nuovo: formaggio fresco allo yougurt, bottarga di muggine e pane sardo mangiato. Facile la vittoria per Dario, Alida e Lucia, mentre davanti ai giudici si sono trovati Giovanni, Maradona ed Andrea reo, secondo chef Cannavacciuolo di aver fatto quelle che in spagnolo si chiamano "tapas" e in napoletano "cacatine".

Proprio la grave insufficienza dello chef fotografo ha determinato l'addio di Andrea al sogno di diventare MasterChef.

Le interviste

Laura

Che bagaglio ti ha lasciato l'esperienza a MasterChef?

Io ne sono uscita prendendo tutto quello che c'era di positivo e ho cercato di imparare tutto quello che mi è stato possibile. i

Cosa ha significato per te partecipare a MasterCheg?

Sono entrata da disoccupata nel tentativo di tradurre la mia passione in una professione. Non ho vinto, ma non ho rinunciato all'idea di provarci. Ho tante idee, ma cerco ancora una strada perchè mi si aprano le strade

Quali sono i ricordi che conservi con maggior gelosia?

Tantissimi momenti belli. La cosa che più mi ha colpito è stata l'esterna da Valentino Rossi perché sono una tifosa e per me essere lì era il massimo. In realtà tutte le esterne mi hanno dato emozioni: la prima a Riccione perché ero capitano poi in Sardegna ed è stata una cosa da pelle d'oca per tutti. Ad Abbiategrasso ne sono uscita contenta perché siamo stati salvati dagli chef e lo ritengo importante e poi da Valentino è stata l'apoteosi.

Ti ricordi la puntata con il Maestro Iginio Massari? Cosa è successo, a te che ami così tanto la pasticceria?

E' stata la puntata in cui io sono stata più male sia a farla sia a guardarla da casa. Non ne ho fatta una giusta. Io che faccio 20 kili l'anno di biscotti e poi vado a sbagliare la prova di pasticceria, assurdo. 

A questo punto della gara chi ritieni non si sia ancora esposto?

Mardona: non lo si capisce mai fino in fondo. Secondo me ha delle carte nascoste 

A chi fai il tuo in bocca al lupo per la vittoria??

Ad Alida perchè la più brava e preparata e ad Erica e Dario perchè sono cresciuti tanto e si meritano il meglio


Andrea

Uscendo dalla cucina di MasterChef chef Cannavacciuolo ti ha detto: "Secondo me tu ci puoi provare". Cosa te ne sei fatto dei suo consiglio??

Lo prendo: lo seguirò e cercherò di trovare il modo più affine a me e proseguire per questa strada

La prova a cui ti senti più affezionato?

Quella di presentazione quando ho mostrato il piatto in bianco e nero. Sia perchè mi ricordava  la fotografia sia per aver avuto la sintonia dell'idea con chef Cannavacciulo che me lo rende ancora più caro.

Secondo te premia più la bravura o la strategia?

Entrambe le cose dosate nei momenti giusti. Avrei potuto avere più strategia e invece pensavo solo alla cucina e questo mi ha penalizzato perché comunque è una competizione e invece io ho pensato solo a cucinare bene

Chi sono i più bravi e i più strateghi dei tuoi compagni rimasti in gara?

I più strateghi Erica e Maradona a modo suo; e i più bravi Rubina Alida e Maradona 

Secondo te chi dovrebbe vincere MasterChef?

Maradona e Rubina: lei sta dimostrando di essere molto adatta e capace e lui anche; ha degli exploit imprevedibili nel bene e nel male per capacità e conoscenza. Se non commette errori può andare molto avanti.



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

MasterChef 5 entra nel vivo tra i pastori della Barbagia

Doppia eliminazione nella serata dell'esterna nel cuore della Sardegna

A MasterChef parola d'ordine: libertà

Una psico-serata per riacquistare fiducia ed autostima dopo un inizio difficile

MasterChef mette il turbo con Valentino Rossi

Dopo aver più o meno superato l'incubo del Maestro Iginio Massari per i concorrenti è tempo di polvere e motori

Ascolti 21/1: "Don Matteo" vince, ma cala. Vola "MasterChef"

La fiction di Rai 1 al 29,63% di share con 7,7 milioni di spettatori

Commenti